Alberti e Cristian Galano premiati alla serata CSEN Puglia
12 Ottobre 2014
La Bari di Mangia si impone Catania 2 a 3
13 Ottobre 2014

Mangia: “Conosco Sannino bene, ma stavolta vinco io”

Sul Catania, avversaria di domani: “Catania è una big costruita per vincere. Hanno delle risorse importanti per fare un campionato importante. Rosina, Martinho, Calaiò, sono giocatori che centrano poco con la categoria ma ciò non deve spaventarci o intimorire. E soprattutto non deve costituire un alibi che non fa parte della mia cultura lavorativa, e neanche per i ragazzi”. La partita si giocherà alle 12.30 e non a caso in settimana la squadra ha svolto un tipo di preparazione mirata, ma ciò potrebbe non bastare se dovesse far caldo: “Se dovesse far caldo lo sarà pure per loro, noi penseremo a fare meglio e a concretizzare le occasioni da gol. E’ anche vero che giocare a quell’orario non è il massimo e potrebbe portare a qualche giocatore problemi di digestione, noi faremo in modo che non avvenga ciò”. Sull’allenatore del Catania, Sannino che lo ha incrociato più di una volta in varie categorie ha dichiarato: “Ci siamo incrociati tante volte da quando ci conosciamo. C’è stima reciproca ed entrambi cerchiamo di trarre il massimo dalle nostre squadre. In passato abbiamo avuto qualche problema, ma nell’ultima partita ci chiarimmo nel tunnel, ed in quell’occasione persi. Domani – ridendo sornione, ndr – spero di rifarmi ed amici come prima”.

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare e la squadra di Mangia nonostante abbia raccolto due punti nelle ultime due partite, soprattutto contro il Modena avrebbe meritato la vittoria per mole di gioco ed occasioni sciupate: “A prescindere dalle ultime partite, ho visto una squadra che in settimana ha lavorato meticolosamente e rispondendo bene. Ho visto segnali positivi e di crescita e sono soddisfatto di allenare questi ragazzi”. Al Bari mancheranno Sabelli convocato da Di Biagio e Donati ancora fuori per infortunio, ma ha recuperato Salviato che sostituirà Sabelli, con il centrocampo confermato e composto da Sciaudone, Romizi e Defendi, ed in attacco Galano favorito sulla concorrenza competitiva di Stevanovic, Stoian: “Salviato è pienamente recuperato e vedremo se potrò schierare anche qualche altro acciaccato se in condizione. Galano, ha recuperato anche lui ma non ha i novanta minuti, pertanto, devo decidere se lanciarlo dal primo minuto o nel corso della partita. Ma sono sicuro che chiunque scenderà in campo darà le risposte che attendo anche dalla partita in sé”. Un risultato pieno contro la squadra siciliana, darebbe uno slancio morale ed anche alla classifica, nonostante si è ancora alle prime battute soltanto del girone di andata. I precedenti al ‘Massimino’ sono tutt’altro che incoraggianti in quanto la Bari calcistica ha vinto soltanto tre volte e l’ultima nella serie cadetta risale al 28 gennaio 2006 quando in panchina c’era Guido Carboni e decise una rete del barese Gigi Anaclerio.

La probabile formazione, Bari con il 4-3-3 con: Donnarumma; Calderoni, Ligi (Camporese), Contini, Salviato; Sciaudone, Defendi, Romizi; Galano, Caputo, De Luca.

Marco Iusco

 

 603 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *