Niente stipendio da mesi: daccapo in agitazione i dipendenti della Fiera
29 Agosto 2014
I lenti cavalli marini di Poseidone
30 Agosto 2014

Mangia: “Equilibrio ed intelligenza devono essere le nostre armi vincenti”

“In un campionato equilibrato come quello cadetto i valori sono quasi tutti simili, e la differenza la si vedrà più in là. Mi sento però di affermare che almeno una delle neopromosse potrà ambire a lottare per il vertice (il riferimento è al Perugia, ndr) ma ci sono anche altre squadre attrezzate. Noi preferiamo non fare proclami, ma abbiamo la qualità dalla nostra, un organico competitivo e tanta voglia, per cui il nostro unico pensiero costante sarà quello di provare a vincere ogni partita come se fosse l’ultima”. L’allenatore della Fc Bari 1908, Devis Mangia da uomo di campo ed esperto nel gestire lo spogliatoio ha esordito così in conferenza stampa; domani sera farà il suo debutto in campionato sulla panchina barese, dopo aver già guidato i biancorossi nelle due gare ad agosto di Coppa Italia, ottenendo una vittoria ed una sconfitta sul rush finale di gara contro l’Avellino. A proposito dell’Avellino che ha eliminato i barese, Mangia ha aggiunto: “Ripartiamo sicuramente da ciò di positivo che abbiamo fatto nell’ultima gara ufficiale; abbiamo disputato un buon primo tempo, con una ripresa dove avremmo potuto chiudere la gara in contropiede nonostante l’inferiorità numerica. Ciò che dovremo migliorare, è la freddezza necessaria nella gestione delle gare onde  evitare cartellini di troppo ed episodi spiacevoli”. Sulla neopromossa Virtus Entella, la guida tecnica dei pugliesi ha tracciato il profilo: “Loro giocheranno sulle ali dell’entusiasmo dello scorso campionato e di fronte al loro pubblico, ma ciò non deve costituire un alibi. L’allenatore ha una storia molto simile alla mia, e soprattutto hanno un’ossatura di squadra che propone un calcio propositivo, molto pericolosa con i vari Sansovini, Troiano ed attenta alla fase difensiva”. L’altro ostacolo sulla carta che potrebbe penalizzare i biancorossi, è rappresentata dal fatto che si giocherà sul sintetico ma Mangia è tutt’altro che intimorito: “Possiamo giocare al ‘Bernabeu’ o al campo di cemento dell’oratorio, l’approccio alla gara non deve assolutamente cambiare. Dobbiamo avere sempre voglia di vincere e migliorarci, è quello l’obiettivo che inculco ai miei ragazzi”. L’ex Ct dell’Under 21 ha poi commentato anche gli ultimi due acquisti della società, Massimo Donati e Rafal Wolski (classe 1992), quest’ultimo in prestito dalla Fiorentina ed ufficializzato ieri sera: “Con la società abbiamo fatto sempre scelte condivise in entrata ed in uscita e così sarà sempre. Su Donati, l’ho trovato in formissima ed è disponibile da subito, il suo sarà un contributo importante non solo a livello qualitativo ma anche per la sua esperienza. Rafal Wolski ci darà un valore aggiunto perché gli altri attaccanti hanno caratteristiche diverse”. Tra i 22 convocati c’è il terzo portiere Micai, ma risultano assenti Rozzi e Minala, entrambi hanno disputato ad Andria 45 minuti ciascuno: “Rozzi è rientrato da qualche giorno in gruppo dopo l’infortunio ed ha bisogno di riprendere senza accelerare i tempi, mentre Minala ha qualche problemino fisico e non è pronto. In panchina ne verranno 9 ed insieme ad un portiere (Micai, ndr), in tribuna, andrà  anche qualche giocatore di movimento”.

PROBABILE FORMAZIONE. Anche se l’allenatore non ha lasciato trapelare alcun segnale sui possibili titolari, domani sera a Chiavari contro al Virtus Entella, la formazione sarà schierata con il 4-4-2 a trazione offensiva: Donnarumma tra i pali preferito a Guarna lasciato in panchina nei due precedenti test ufficiali; Sabelli e Calderoni sulla fasce con la coppia di centrali difensivi formata da Ligi e Rossini, quest’ultimo leggermente favorito su Camporese; mentre a centrocampo sugli esterni dovrebbero esserci Stevanovic e Galano con i centrali di centrocampo, Donati e Sciaudone, quest’ultimo favorito su Defendi che sarà utilizzato principalmente da centrocampista e su  Romizi. In attacco spazio al ritorno del capitano, Ciccio Caputo affiancato dall’altro bomberino dell’Atalanta, Giuseppe De Luca.

 

 

Marco Iusco  

 642 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *