San Girolamo: quei palazzoni sono sempre più pericolosi
13 Maggio 2021
“Ingressi Contingentati’’ di Giorgio Di Palma
14 Maggio 2021

Marco Perrotta: “Sarà un nuovo inizio e giocheremo per vincere”

A pochi giorni dalla sfida che vedrà i biancorossi impegnati contro il Foggia al San Nicola, mercoledì 19 maggio alle ore 17.45, in casa Bari vige fermento: in molti forse non si vogliono sbilanciarsi per scaramanzia, altri sono sicuri di battere i prossimi avversari, altri ancora sono sfiduciati, però complessivamente si avverte la classica atmosfera da derby e soprattutto la responsabilità di dover fare risultato ad ogni costo se si vuole realmente disputare i playoff da protagonisti contrariamente a quanto ha dimostrato il verdetto del campionato. Un’eventuale vittoria contro il Foggia sarebbe pesantissima in virtù di sfide che diventeranno ancora più difficili e saranno disputate sulla base due confronti e con il vantaggio di giocare il ritorno in casa della miglior posizionata oltre al passaggio a fine delle due gare per la squadra con la miglior classifica in caso di parità di punteggio, salvo ovviamente nuovi cambiamenti di programma dettati dalla Lega Pro, che non sono affatto da escludere nel caso in cui dovessero sorgere nuovi focolai nei club coinvolti ed in quel caso si potrebbero disputare gare secche.  Soltanto dalla Final Four dopo i supplementari ci sarebbero anche gli eventuali calci di rigore ed il vantaggio della miglior posizione verrebbe meno, però anche in questo caso mettiamo in salvo cambiamenti repentini della Lega Pro. Tuttavia ieri nel corso dell’intervista flash rilasciata a RadioBari, partner ufficiale della Ssc Bari è intervenuto il difensore centrale ex Pescara, Marco Perrotta, il quale in questa stagione ha collezionato 26 presenze, di cui un gol contro il Palermo nel ritorno ed un assist. Le sue dichiarazioni ai microfoni della radio ufficiale: “Abbiamo più giorni per preparare la partita. Il rinvio? Ha portato vantaggi e svantaggi, loro potevano giocare dopo tre giorni, ora hanno tempo per recuperare. Cosa mi aspetto dal Foggia? Una squadra ben preparata, con molta cattiveria agonistica. Le motivazioni faranno la differenza, è un derby. Cercheremo di vincere la partita. Non dobbiamo più sbagliare, possiamo ricominciare in questo mini-torneo. E’ un nuovo inizio”. Sul modulo che adopererà il tecnico c’è ancora il massimo riserbo, e ieri si è svolta una singola seduta di allenamento a porte chiuse dove è difficile captare nuovi elementi; sicuramente però lo Special One di Floridia ha lavorato anche ad altre soluzioni tecnico-tattiche, forse da utilizzare a gare in corsa o eventualmente dall’inizio della gara stessa. Quasi certamente però in difesa si dovrebbe rivedere dal primo minuto, Celiento, assieme a capitan Valerio Di Cesare ed uno tra Perrotta o Sabbione, con il primo in vantaggio. Sugli out di difesa con compito di offendere in lizza ci sono: Sarzi Puttini, Ciofani, Semenzato e Mane, con quest’ultimo più defilato. In mediana il tecnico ha come garanzia Mattia Maita, più gli altri interpreti a seconda del modulo che utilizzerà, con Bianco in vantaggio sugli altri compagni di reparto, Lollo e De Risio, con quest’ultimo con ventinove presenze ed un assist ma ancora a secco di gol. In attacco anche lì, si dovrebbe partire da Mirco Antenucci con Marras e D’Ursi, in vantaggio su Cianci che due giorni fa ha svolto differenziato ma che da giocatore barese, nativo della Città Vecchia, avverte benissimo e scalpita di voler dare il suo contributo, lui che al Foggia ha già fatto male con la maglia della Fidelis Andria, Potenza e con il Bari, appunto il 27 febbraio, rispolverano il trenino come esultanza e che nel corso della trasmissione 100x100Bari, un formato con la quale collabora anche la nostra redazione sportiva, ha avuto una sorta di benedizione da Sandro Tovalieri che ha indicato inj Cianci il possibile uomo risolutivo del derby. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 247 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *