Cronaca

Marzulli: “L’azienda riaccende le luci del Natale dopo un anno di limitazioni e buio”

Si è svolta la seduta pubblica per l’apertura delle buste contenenti le proposte pervenute nell’ambito della procedura negoziata indetta da Amgas srl per l’organizzazione di un programma di attività ed eventi natalizi. Sono tre le aziende partecipanti alla gara, che sarà aggiudicata nei prossimi giorni al termine delle opportune verifiche di regolarità.

Come di consueto, l’azienda municipale partecipa al programma di allestimenti ed eventi che il Comune di Bari organizza in occasione delle festività nel periodo compreso tra il 6 dicembre e il 6 gennaio per allietare cittadini e turisti che sceglieranno di trascorrere qui le vacanze natalizie.

Nello specifico, Amgas intende allestire una parte di piazza del Ferrarese (tra Spazio Murat e l’ex Mercato del pesce) con la creazione di un giardino incantato in grado di coinvolgere, emozionare il pubblico e di fare da cornice allo spettacolo offerto dal grande albero di Natale (altezza minima di 14 metri e diametro massimo di 8), montato su un palco adatto ad ospitare eventi ed allestito con luci a led.

“Dopo un anno di buio l’Amgas torna ad accendere le luci più belle della città – dichiara il presidente Vanni Marzulli -, le luci delle feste e delle piazze che lentamente tornano ad accogliere cittadini e turisti in un’atmosfera di calore e condivisione. Stiamo lavorando all’ideazione di un programma di attività e allestimenti che andrà a completare la programmazione di eventi curata dall’assessorato alle Culture del Comune di Bari così da offrire ai baresi un mese di feste che possa riportare la magia del Natale per strada. L’Amgas intende restituire alla città parte del sostegno e della fedeltà che i baresi dimostrano nei confronti dell’azienda riaccendendo le luci del Natale dopo un anno di limitazioni e buio”.

Si ricorda che, oltre a queste attività, Amgas srl cura l’illuminazione che sarà allestita sugli alberi sul lungomare di Crollalanza, sul tratto sottostante la Muraglia e su corso Vittorio Emanuele, nonché quella sulle facciate degli edifici sulla Muraglia.


Pubblicato il 4 Novembre 2021

Articoli Correlati

Back to top button