“Col green pass avremo cittadini di serie A e di serie B”
29 Luglio 2021
I Caruso: briganti e non Insorti
30 Luglio 2021

“Mignani ha le carte in regola per fare bene, ci sono ancora parecchi esuberi”

bty

Nel corso della puntata di 100x100Bari, format in collaborazione con la nostra redazione sportiva, direttamente dal ritiro di Storo è intervenuto un ex capitano biancorosso e bandiera, Giorgio De Trizio, oggi allenatore delle giovanili dell’ASD Levante Bitritto e Supervisore Tecnico. L’ex bandiera Giorgio De Trizio sui casi Covid che hanno colpito la società biancorossa e non sta consentendo al tecnico di poter svolgere a 360° il lavoro che avesse in testa, ha detto: “I tanti casi di Covid non rappresentano un fattore positivo, specie per il tecnico che deve assemblare i cocci, speriamo rientrino prima possibile”. Su mister Mignani ed il lavoro che sta svolgendo con il suo Bari in questa fase della stagione, De Trizio ha detto: “In estate siamo tutti bravi e capaci ma il bello però verrà dopo. Servono i calciatori completi al di là di quelli che verranno, ma quando dico ‘completi’ mi riferisco all’aspetto caratteriale. Mignani però è uno molto bravo e saprà dare il suo valore aggiunto e pretendere il massimo, a patto che la società ed in particolare il direttore sportivo Ciro Polito gli potrà allestire una squadra forte e funzionale alle sue idee. Ad oggi però stiamo arrancando un po’, per via di ingaggi onerosi di giocatori che non si sono mostrati all’altezza e dei casi Covid, che evidentemente bloccano le operazioni al momento in uscita”. Su quale possa essere la medicina per vincere i campionati: “Andare a prendere gli ultimi campionati vinti, ovvero ad un po’ di anni fa. Ai miei tempi, ero già più grande, il giovane era Giovanni Loseto, poi c’erano Conti, nazionale, Cavasin, Pino Giusto, Galluzzo, capitan Totò Lopez. Messina e tanti altri potrei citarne, non dimentico il prof. Onofrio Loseto. O quando vincemmo il campionato di B con Totò Di Gennaro capitano, Scarafoni, Monelli, gente che ha scritto pagine di storia, bisogna partire da dietro, da chi recupera palloni”. I ritiri del passato: “Si, verissimo partiva da lì la prima vittoria, dopo dieci giorni al ritiro arrivò Bivi, e lui stesso capì subito come fossimo motivati. Chi veniva, doveva entrare per forza entrare in sintonia, mi auguro accade lo stesso a questo Bari. Se arrivi secondo in questo campionato, hai fallito, il Bari deve vincere senza nascondersi”. In chiusura ha parlato della sua ASD Levante: “Vogliamo crescere e far divertire i nostri ragazzi, già nella scorsa stagione ci siamo riusciti, e stanno venendo diversi altri ragazzi”.

ALLENAMENTO SULLA FORZA E TATTICA IN QUEL DI STORO –Intanto la truppa di Mignani, ieri si è allenata in una doppia seduta, in mattinata il gruppo squadra ha svolto sulla pista di atletica adiacente al rettangolo di gioco dello stadio ‘Grilli’ di Storo esercizi di potenziamento fisico, attrezzi e stabilità muscolare, mentre i portieri coadiuvati dal preparatore atletico Roberto Maurantonio, aiutati anche dai tiri di Maita (con quest’ultimo che ha compiuto gli anni, 27 ieri e si appresta alla sua terza stagione in biancorosso) e Cheddira. Un gruppo che nonostante siano in 14 tra un acciaccato e casi Covid, sta cercando di amalgamarsi al meglio perché come saggiamente ha dichiarato l’ex Bari, De Trizio: ‘Non ci saranno alibi’, ma di questo aspetto ne siamo certi e consci che ne è pienamente consapevole lo stesso mister Mignani che non sta tralasciando nulla al caso, ed anche nelle difficoltà che sta cercando di superare, non per demeriti suoi ma delle avversità contingenti dei casi Covid, sta impartendo a partire dalle nozioni sul campo alla difesa biancorossa e resto del gruppo squadra. Ed anche ieri, nella sessione di allenamento pomeridiana, l’allenatore con i presenti ha provato schemi ed è proseguita la sfida delle finali di calcio tennis che il giorno precedente aveva visto protagonista Mirco Antenucci e Scavone battere altre coppie. La sfida e la voglia di vincere, uniti, non dovrà mai mancare in questa stagione perché il Bari che deve e sta nascendo dovrà superare anche le difficoltà che ci saranno in corso d’opera. Intanto, in attesa di capire oltre al Picerno quali saranno le atre ripescate e sfidanti del Bari, non si sa una data certa del sorteggio dei calendari, ma il debutto ufficiale avverrà il 21 agosto nella Coppa Italia di C.

M.I.

 

 302 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *