Bari, via Mercurio in prestito e Citro saluta perché svincolato
2 Luglio 2022
Quando la linea incontra il colore e si fa dinamismo estetico
5 Luglio 2022

Mignani: “Ripartiamo con la giusta fame e cattiveria”

Si riaprono i battenti per la nuova stagione 22/23 e la società biancorossa ha subito messo a disposizione mister Michele Mignani, in grande forma ed alla sua seconda stagione di fila in biancorosso. Il ritorno in B per il Bari ed il mister ha esordito così: “Oggi, è il primo giorno e ci ritroviamo, siamo in costruzione. Il percorso sarà lungo. e piano piano capiremo la nostra dimensione”. Sul Bari linea green e nuovi acquisti, Caprile, Bosisio e Dorval: “Avevamo la priorità della questione anagrafica ed il diesse ha iniziato da subito a lavorare su dei ragazzi che abbiamo seguito durante l’anno e colto delle occasioni. Sono ragazzi molto interessanti e di prospettiva”. Nel frattempo il tecnico ha prolungato: “Il direttore ha rinnovato al sottoscritto e lo staff. Ringrazio in primis il direttore e la società”. Su cosa invece si aspetta dal calciomercato o eventuali direttive, la guida tecnica biancorossa ha dichiarato: “Sono tranquillo. Conosciamo le dinamiche del mercato e le difficoltà del mercato. So bene che ci vuole tempo, e lo scorso anno in Coppa Italia non avevamo completato la rosa. Il direttore sportivo conosce molto bene la categoria e sa ciò che ci serve. Riprendiamo ed abbiamo 40 giorni per preparare la prima di campionato. Ci siamo goduti le vacanze ed ora si riparte con tanta fame e la voglia di rimettere a posto ogni cosa al suo posto”. Sull’obiettivo della società e suo a livello individuale: “Lo scorso anno c’era l’obiettivo di arrivare primi e vincere il campionato e siamo riusciti ad ottenerlo, ed adesso ci aspetta un campionato diverso. Difficile stabilire per cosa, però noi siamo persone competitivi ai massimi livelli”. Sul rientro dei prestiti e possibili convocati, Mignani ha detto: “Stiamo facendo delle valutazioni, non ho ancora incontrato personalmente il direttore. Preferisco restare sul vago, ma le nostre linee le abbiamo già preso e con grande dispiacere non possiamo trattenere alcuni giocatori della scorsa stagione”. Sulle amichevoli in calendario: “Stiamo lavorando per trovare amichevoli con un grado di difficoltà maggiore, ce ne saranno tre. Dobbiamo rodarci quanto prima. Si capirà da oggi (ieri, ndr) in che condizioni si presenteranno, ma sono fiducioso perché i nostri preparatori hanno dato delle tabelle e chiuderemo con un’amichevole con una squadra di pari categoria”.  Sulle motivazioni: “So che devo migliorare e studiare e migliorar e fare il massimo. Cambio tattico? E’ giusto sempre pensarci, il calcio è in continua evoluzione e devi rimanere aggiornati. Ma resterà la colonna portante dello scorso anno e ripartiamo dalle certezze.  Fare però qualcosa di nuovo, va sempre fatto perché gli avversari ti studiano”. Sul discorso che farà ai suoi giocatori, su Mirco Antenucci e il capitano Valerio Di Cesare che ha rinnovato: “Antenucci, sarà ancora un punto fermo. Valerio? Si è conquistato sul campo il rinnovo ed è un giocatore bandiera e che ha un valore importante all’interno dello spogliatoio. Discorso? Non ho preparato un discorso di massima, ma parlerò ai miei ragazzi che abbiamo aggiunto un anno di esperienza e dovremo correre più degli altri. Penso al ‘noi’ e non agli altri”.  Battuta anche su un acquisto a titolo definivo su Cheddira e sul portiere giovanissimo, Caprile: “Walid lo abbiamo voluto riportare a Bari perché ha grande voglia di migliorarsi e poi spetterà a lui, dimostrare il tempo che meriterà di giocare, ed è il campo chi stabilisce di giocare. C’è grande fiducia. Caprile? Aveva fatto molto bene in Lega Pro ed il direttore è stato molto bravo a portarcelo ed è stato abile a creare una valorizzazione. Frattali, ha fatto bene e Polverino quando lo ha sostituito ha fatto benissimo”. Ultima chiosa su Mallamo: “Sono situazioni particolari che risolverà il direttore. Il rapporto con l’Atalanta resta ottimo. Lo scorso anno arrivò in campionato iniziato”. Su Galano, infine: “Se il giocatore dovesse avere delle richieste o idee diverse, ne parleremo, Vogliamo tenere gente molto affamata e motivata. Per questo periodo non ho sentito i ragazzi volutamente, tranne per i compleanni. E si penserà al campionato. I fari si accenderanno in corsa, non ci interessa sapere a quanto ci quotano, non mi piace scommettere, ma solo a lavorare e a portarla al un livello alto”. M.I.

 272 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *