Sport

Mignani: “Vinciamo e poi ci ricaricheremo in vista della sosta”

Diaw, possibilità di vederlo titolare insieme a un cambio di modulo

Un Bari che deve tornare alla vittoria, perché sinora ne ha conseguite solo una e la classifica non è delle migliori come non si assisteva da diverso tempo. Obiettivo conquistare i tre punti e regalare una gioia agli oltre 1500 tifosi che questo pomeriggio alle 14.00 saranno presenti al “Mapei Stadium” dove si disputerà Reggiana-Bari, esattamente tre stagioni dopo ma in quella finale persa ai playoff, i supporter biancorossi non c’erano, perché la trasferta fu vietata a causa delle restrizioni del Covid. Ieri, la consueta conferenza stampa alla vigilia non si è svolta ma la società biancorossa ha fornito comune il video con le dichiarazioni del tecnico alla vigilia della gara: “Abbiamo fatto tutto quello che era necessario per questa gara. Siamo due squadre in cerca di punti, come tutte le altre, rispetto sempre ma paura mai”. Nello specifico sulla Reggiana guidata da Sandro Nesta, mister Mignani ha detto elogiandoli: “Sono una squadra che ha cambiato molto rispetto alla precedente stagione ma che ha mantenuto una sua identità, prediligono il possesso palla ed hanno ottime trame di gioco facendo una bella interpretazione del gioco. Un motivo in più per essere attenti in entrambi le fasi. Poi i sa nel calcio gli episodi possono connotare o meno una partita, sta a noi essere attenti e sfruttare al meglio ogni chance”.  Un Bari che potrebbe tornare al 4-3-1-2 con uno tra Aramu e Sibilli che sarebbe sacrificato, a supporto di Nasti e Diaw. Oppure addirittura un 3-5-2, che promuoverebbe come terzo braccetto Zuzek, e che vedrebbe come esterni alti, Acampora ed uno tra Aramu, Achik o Dorval stesso. A proposito di Diaw, Mignani ha fatto il suo punto: “E’ un giocatore importante che volevamo da subito e sul quale avevamo messo gli occhi.  Sta bene ed è una soluzione in più”. Difficilmente verrà lasciato in panchina. Però il Bari perde Mattia Maita, che sarà assente per un po’ a causa dell’infortunio. Sul suo giocatore Mignani ha detto: “Sappiamo tutti dell’importanza di Maita e dispiace non averlo. Tuttavia, in rosa abbiamo giocatori che potranno sostituirlo”. Sicuramente al suo posto Koutsoupias, a prescindere poi dall’interpretazione e sistema fi gioco che Mignani adotterà. Chiosa inevitabile sui tifosi, oltre 1500 unità a sostenere i biancorossi e sperare nella seconda vittoria stagionale ma che rappresenterebbe anche la seconda nelle gare esterne contro la squadra emiliana: “I nostri tifosi dimostrano sempre il loro attaccamento e vogliamo regalare loro una gioia, la stessa e medesima a noi. Cercheremo di portare entusiasmo e potremo farlo con una vittoria che ci servirà meglio a ricaricarci e lavorare per migliorarci”. La probabile formazione del Bari con il 4.3-1-2: Brenno; Dorval, Di Cesare, Vicari, Frabotta; Koutsoupias, Maiello, Acampora; Aramu; Diaw, Nasti. Ad arbitrare la sfida tra Reggiana e Bari, in programma sabato alle 14, sarà il signor Antonio Giua di Caltangianus (SS). Gli assistenti saranno Massara e Cortese. Quarto ufficiale Emmanuele, come VAR e AVAR rispettivamente Meraviglia e Abisso. (Ph. Tess Lapedota).

Marco Iusco


Pubblicato il 7 Ottobre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio