I lenti cavalli marini di Poseidone
30 Agosto 2014
Ci siamo: batterie pronte per le 2.560 assunzioni nelle Asl pugliesi
30 Agosto 2014

Nel borgo antico l’officina artistica

E’ un buon momento per l’arte in quel di Giovinazzo. Mentre nell’atrio della scuola Don Bosco è in corso la quindicesima Rassegna Nazionale di Teatro curata dal Groppo Moduloesse, la città si appresta ad accogliere tra il 2 e il 4 settembre Inondazioni Festival. Il nuovo evento è promosso da Polartis, un collettivo composto da quattro compagnie di danza e teatro (Senza Piume, Areté Ensemble, Res Extensa, Kubiza) e dall’Associazione Culturale Explorer. Il festival si propone d’essere un’officina artistica in cui coinvolgere bambini, ragazzi e adulti per riscoprire e riappropriarsi delle strade, dei vicoli e delle piazze del borgo antico. Curiosa la genesi di Polartis e il suo legame con Giovinazzo. Alcuni degli artisti coinvolti – attori, registi, danzatori, coreografi, tecnici, light-designer, scenografi, formatori, trampolieri, acrobati, cineasti, drammaturghi, grafici, scrittori, musicisti – sono nati a Giovinazzo; altri hanno deciso di ritirarsi a casa qui tutte le volte che non sono in giro per il mondo; altri hanno scelto questo piccolo centro per mettere su famiglia. ‘Galeotto’ per tutti è stato l’ex Istituto Vittorio Emanuele II che grazie ad una convenzione tra la Compagnia ResExtensa, l’associazione Explorer e la Provincia di Bari si è trasformato negli anni in spazio gratuito di produzione spettacolare per realtà del panorama artistico nazionale e internazionale tagliate fuori dai grandi ‘contenitori’. Uno spazio che in avvenire potrebbe rivelarsi ancora più ‘fertile’. Questo storico complesso monumentale di rilevante valore storico-architettonico, sviluppato su più livelli e per un’estensione di ben 20mila mq, sta per essere salvato dal degrado in cui versa. Si parla di un intervento di recupero e rifunzionalizzazione per farne un polo attrattivo multifunzionale destinato ad attività di pubblica utilità. Tornando a Inondazioni Festival, il programma è così distribuito : Martedì 2 settembre, ore 21, Piazza del Meschino, spettacolo teatrale ‘Senza piume’ – ore 22:15, via Gelso e vicoli vicini, ‘I racconti della bottiglia’, performance itinerante. Mercoledì 3 settembre, ore 21, Piazza del Meschino, ‘The problem’, spettacolo teatrale – ore 22:15, via Gelso e vicoli vicini, ‘I racconti della bottiglia’, performance itinerante. Giovedì 4 settembre, ore 21, via Gelso, ‘Ai miei tempi’, spettacolo teatrale – ore 21, Vico Sagarriga, ‘Rita’, spettacolo teatrale – ore 22:15, piazza del Meschino, ‘Soliloquy!’, spettacolo di danza – ore 23:15, piazza del Meschino, ‘I racconti della bottiglia’, performance itinerante. Durante il Festival esporranno le loro opere i pittori Elio Mascolo e Gianni Valletta. In caso di maltempo il festival si terrà alla sala teatro del Convento dei Frati Cappuccini a Giovinazzo.  Tutti gli spettacoli sono gratuiti.

Italo Interesse

 423 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *