Ennesimo grido d’allarme di Copagri sul Psr della Puglia e l’appello a Emiliano
10 marzo 2018
La Pro Vercelli annulla la rimonta del Bari a tempo scaduto
12 marzo 2018

Non cambia niente: troppi incarichi ai legali esterni non segnalati

Esistono dei ‘buchi neri’ nel conto che paga il cittadino-contribuente nei servizi resi alla Pubblica Amministrazione che, da sempre. Risulta difficile scardinare e sono sempre in deficit i conti che riguardano, appunto, i servizi regionali come quelli resi all’Avvocatura, sia che interessino il personale in servizio e sia le consulenze sterne. Perfino la Corte dei Conti tempo fa ha confermato quanto già denunciato in diverse occasioni nelle Commissione Bilancio dai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle sullo smodato ricorso alle consulenze esterne, da parte della Regione Puglia. Con conseguenti aggravi di costo, inutile dirlo, per il bilancio regionale. E proprio per rimettere l’accento su questo spreco continuo, la consigliera pentastellata Antonella Laricchia alla fine dell’estate scorsa ha depositato un’interrogazione indirizzata all’assessore regionale al Bilancio Piemontese, finalizzata a ottenere risposte definitive. Nell’attesa che non promette niente di buono, salvo smentite, la Sezione Regionale della Corte dei Conti nel Giudizio di Parificazione del Bilancio ha fatto sapere: “Stigmatizzata, nonostante le sollecitazioni già rivolte negli anni passati, la sostanziale inosservanza, da parte della Regione Puglia, della disposizione di cui all’art. 1, comma 173 della legge n. 266/2005, concernente l’invio alla Sezione regionale di controllo dei provvedimenti con cui sono conferiti incarichi di consulenza di importo superiore ai 5mila euro.” E su questo la Laricchia, componente della I Commissione, è stata molto chiara: “Abbiamo denunciato sia le troppe consulenze esterne e poco trasparenti sia il deficit di personale presso l’avvocatura regionale, chiamando anche in audizione il Coordinatore dell’Avvocatura Regionale. Nonostante la Corte dei Conti avesse sollevato queste perplessità già nelle sue osservazioni preliminari al Giudizio di Parificazione per permettere alla Regione di presentare le sue controdeduzioni prima del giudizio, l’Ente non è riuscito neppure a chiarire quale sia il numero effettivo degli incarichi di consulenza affidati a professionisti esterni e dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) di cui si è avvalsa, sostenendo, una spesa addirittura maggiore rispetto all’esercizio precedente. Quella disposizione di legge è risultata infatti costantemente inosservata.” Dalle Osservazioni redatte dalla Sezione regionale della Corte dei Conti, in ogni caso, è possibile apprendere  che nel corso del 2015, sono stati ad essa trasmessi gli atti inerenti a soltanto tre incarichi di consulenza esterni emessi dal Capo di Gabinetto del Presidente della Regione, mentre dall’esame del sito web istituzionale della Regione si rilevava il conferimento, nel corso dell’esercizio 2015, di altri incarichi per l’importo complessivo di €. 1.388.091,28. Gli incarichi sono dunque una settantina, di cui circa l’80% (n. 55) superiori all’importo di euro 5.000, con una spesa complessiva, questi ultimi, di 1 milione e 351 mila euro. Di conseguenza, la relativa spesa risulta aver subito un notevole incremento (+ 500%) rispetto all’esercizio precedente (257.732,00 euro). Si è registrato anche un notevole incremento della spesa per le collaborazioni coordinate e continuative che passa da 400 mila 430 euro nell’esercizio 2014, a ben 1 milione 158 mila circa nell’esercizio in esame (+ 289%). Si aspetta ancora la risposta dell’assessore Piemontese all’interrogazione della Laricchia – che pretende venga trasmessa anche alla Corte dei Conti – per fare finalmente chiarezza su tutti gli incarichi conferiti, mentre si continua a percorrere la strada delle consulenze, senza incrementare l’organico dell’Avvocatura Regionale.

 

Francesco De Martino

528 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *