Sport

Oggi la ripresa degli allenamenti in vista della delicata trasferta di Modena

Dalla possibile rescissione o esclusione di Menez, alla miglior formazione che dovrà schierare mister Beppe Iachini

Da quest’oggi il Bari riprenderà la preparazione in vista della gara al “Braglia” di Modena che si disputerà il lunedì di Pasquetta e che sarà valevole per la trentunesima giornata del campionato cadetto. Domenica sono emerse tra l’altro dichiarazioni del numero uno del club, Luigi De Laurentiis rilasciate all’emittente Telenord in cui ha ribadito che i pugliesi puntano ancora ai playoff: <<Con la Sampdoria abbiamo giocato molto bene, fallendo un rigore e colpendo una traversa. È la dura legge del calcio. I playoff? La classifica è corta e ci sono tante partite davanti, dobbiamo restare uniti e compatti perché secondo me ancora ci si può arrivare. Iachini è arrivato da poco tempo, sicuramente ha già dato una grossa impronta alla squadra. È la persona con cui andare avanti” Dichiarazioni che naturalmente hanno fatto il giro del web e suscitato come in tutto, anche qualche critica in quanto il Bari in questo dato momento viaggia come sestultimo con sole tre lunghezze sulla Ternana e due sull’Ascoli di Carrera che è terzultima. Lo stesso iachini, partito benissimo con due vittorie seppur non brillanti ha faticato tantissimo nel trovare un assetto ben preciso dal punto di vista tattico ed i risultati ancora peggio sono stati nefasti con i pugliesi incappati in quattro sconfitte ed un solo pari a meno otto dalla fine, il quadro è tutt’altro che roseo. Se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno il Bari con la Samp non meritava di perdere anzi persino il pari le sarebbe andato stretto soltanto che nel calcio la vince e espunta chi la butta dentro. E come se non bastasse la beffa di un risultato bugiardo nell’ultima partita casalinga ha consegnato altri due verdetti, Matino uscito anzi tempo per un infortunio per fortuna non grave ma è a rischio per la prossima partita e Nasti, fattosi espellere a partita praticamente terminata per aver ingiuriato l’arbitro, come riportato dal referto e che dovrà scontare due giornate di squalifica. Alla lista si va da aggiungere Menez, ancora fuori ed è fortemente possibile, come è stato riportato dalla stessa Gazzetta dello Sport, che si possa procedere ad una risoluzione contrattuale o che venga sostituito se il referto medico dopo la visita gli darà come esito che ci vogliano più di 45 giorni. In tal caso, Aramu, già rientrato in gruppo dalla settimana scorsa, prenderà il suo posto, ma già entro metà settimana si saprà una decisione certa del club ed Mattia Aramu per la prossima partita fondamentale per il cammino dei biancorossi, anche se non ancora decisiva, potrà essere a disposizione di mister Iachini che è chiamato ad invertire la rotta ed indirizzarla sull’unico binario plausibile ad ora che è quello del mantenimento della categoria. Se poi dovesse arrivare dalle prossime due partite, rispettivamente contro Modena in trasferta e contro la Cremonese venerdì prossimo al San Nicola, un mini-filotto di 2 vittorie e compatibilmente insieme a possibili cadute delle inseguitrici dei biancorossi (gli umbri e marchigiani), allora forse quelle parole pronunciate dal presidente LDL insieme all’obiettivo dichiarato dalla società ad inizio stagione, potrebbe tornare in auge. Ma sinora la realtà dei fatti racconta che i pugliesi in trasferta si sono imposti soltanto due volte, l’ultima accaduta il 29 ottobre contro il Brescia e che le squadre che sono davanti al Bari, ben sei escluse forse Cosenza che non attraversa un buono stato di forma, stanno decisamente meglio almeno “punti alla mano” conseguiti. Sarebbe fantastico per tutti essere smentiti a partire già dalla prossima trasferta al “Braglia” dove i Galletti hanno perso per 18 volte, pareggiato 14 e vinto otto volte, di cui l’ultima risale 28 febbraio 2015 quando i pugliesi guidati da Davide Nicola vinsero di misura con rete di Boateng. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 


Pubblicato il 26 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio