Acari letali, randagi mutanti
26 Luglio 2017
Nel vuoto impegni e proclami: “Ancora troppi edifici scolastici a rischio”
26 Luglio 2017

Oltre due milioni di russi hanno reso omaggio a San Nicola

Oltre due milioni di russi ( 2.232.800 secondo i calcoli della chiesa ortodossa di Mosca), hanno visitato sia a Mosca che a San Pietroburgo la reliquia di San Nicola, che Venerdì 28 Luglio farà ritorno a Bari dopo la sua partenza temporanea del 21 Maggio. I particolari della missione – rientro, sono stati illustrati ieri in una conferenza stampa tenutasi presso la sala Priorale della Basilica San Nicola, alla presenza dell’arcivescovo di Bari- Bitonto Monsignor Francesco Cacucci, del Priore padre Ciro Capotosto e Matteo Siciliano Coordinatore del Comitato San Nicola. Una delegazione guidata dal cardinale svizzero Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani e composta anche dall’arcivescovo di Bari- Bitonto Monsignor Cacucci, dal Priore della Basilica Ciro Capotosto, da don Carlo Cinquepalmi, direttore dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali e padre Hjacinte Destinelle, domenicano, partirà oggi per San Pietroburgo, dove il 28 mattina riceverà dalla delegazione russo ortodossa, la reliquia del santo. Il reliquiario col prezioso contenuto, accompagnato da una delegazione russa del Patriarcato di Mosca, viaggerà nel pomeriggio di Venerdì 28 Luglio su un aereo privato messo a disposizione dal magnate russo Guliev atterrerà a Bari- Palese attorno alle 19,00. Ad accoglierla hanno assicurato la loro presenza il Governatore della Puglia Emiliano e il sindaco di Bari Decaro. Subito dopo l’atterraggio, la reliquia verrà trasferita a bordo della San Nicola- mobile sino all’arco Urbano II al lungomare e da qui, in processione, con timpani, sbandieratori e banda, entrerà nella Basilica, ove, alle 20,00 il cardinal Koch presiederà i secondi vespri della Traslazione. A seguire, la reliquia verrà ricollocata al suo posto originario, nella tomba in cripta a cura dei professori Introna e Caputo. Tutta la manifestazione sarà trasmessa in diretta da Telenorba. Sia all’atterraggio dell’aereo da San Pietroburgo, sia alla conclusione delle cerimonie, dal molo San Nicola verrànno sparati i fuochi di artificio. Sarà presente una delegazione del Patriarcato di Mosca. Alla conferenza stampa, l’ arcivescovo di Bari- Bitonto Cacucci ha detto: “La grande presenza di fedeli russi, che mi ha sorpreso, è la prova della importanza dell’ecumenismo del popolo che sopravanza quello di vertice. Grazie anche a San Nicola, il popolo russo, dopo 72 anni di ateismo di stato, ha mantenuto viva la sua fede. Sono certo che questo evento aumenterà la presenza già alta dei pellegrini russi qui a Bari, capitale del dialogo ecumenico”. Il Priore della basilica, padre Ciro Capostosto, dal canto suo, ha ricordato: “ I numeri parlano chiaro e da soli. E’ stato un grande evento ecclesiale . Un giorno, non si sa quando, raccoglieremo i frutti della semina”. In una breve nota il sindaco di Bari Antonio Decaro ha scritto: “Sarà una giornata di festa per la città. Si è trattato di un evento straordinario, inimmaginabile sino a qualche tempo fa. Ho assistito, durante la mia breve trasferta russa, alla testimonianza di una fede profondissima. Di tanto intendo ringraziare l’ arcivescovo artefice locale di questa impresa straordinaria”.

Bruno Volpe

 673 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *