Grammi di poesia
4 Agosto 2022
Hellas Verona vs Bari una sfida da serie A in una Coppa Italia ‘stravolta’
5 Agosto 2022

“Onorato di essere in una squadra, concentrerò tutte le mie energie nel progetto”

Quando si fa calcio con degli ideali, con dei valori e con grande serietà arrivano prima o poi le soddisfazioni e quella possibilità e desiderio che si aveva nel cassetto la si trasforma in realtà, è la storia del patron Mino Zapparelli che ha scelto e sposato il progetto della Virtus Mola, dopo tanta esperienza e gavetta nel calcio dilettantistico, passando anche dal calcio femminile e quello giovanile, facendolo sempre a buonissimi livelli e mettendo i principi al primo posto prima della mera vittoria. Questa volta però Mino Zapparelli ha finalmente scelto una realtà con un gruppo ultras. Il Mola è sempre stato nei suoi pensieri, sin dai tempi del Modugno ed in pochi forse ricordano un’amichevole disputata allo stadio di Mola: in quell’occasione, il risultato del campo passò in secondo piano perché gli ultras molesi cantarono per novanta minuti, colorarono il settore con i fumogeni, lanciarono cori e fecero risuonare i tamburi qualcuno presente giura di aver visto in quell’occasione cantare e saltare Mino Zapparelli insieme al suo amico Sebastiano Mitrano e gli ultras. Difficile non innamorarsi di una piazza del genere. Mola di Bari soprannominata nel dialetto locale   “Màule” è un comune di 25 mila abitanti circa, nota per il suo mare ed il suo porto peschereccio tra i più importanti della regione Puglia e le tante attività commerciali.  Con il patron Zapparelli, abbiamo scambiato due battute ma prima di tracciare il punto sulla Virtus Mola, ha voluto chiarire la sua posizione da presidente uscente dell’Asd Fesca e rivolgere il suo augurio ai successori: “Ringrazio chi ci ha supportato e seguito all’Asd Fesca ma essendo diventato patron della Virtus Mola profonderò tutte le mie energie in tale progetto e realtà, pertanto, cedo il testimone alla Asd Nick Calcio Bari, realtà calcistica di altissimo spessore professionale del territorio pugliese che apporterà le competenze tecniche e gestionale dell’attività di base al settore giovanile agonistico sino alla Prima Squadra.” Inoltre, il patron ha voluto dire la sua, a riguardo di alcune voci destabilizzanti che si stanno diffondendo sulla Virtus Mola e sua immagine: “Si stanno divulgando falsi notizie, o meglio le definirei ‘calunnie’ che vorrebbero che il sottoscritto ha rilevato il Mola per portare il titolo a Bari. Smentisco nella maniera più categorica. Il Mola è dei molesi e resterà lì il titolo anche se me ne dovessi andare un giorno, non a caso ho lasciato che il presidente ed amico Sebastiano Mitrano detenesse il titolo sportivo. Sono a  Mola per fare calcio, con i miei valori e come ho fatto in questi anni e chi mi conosce, lo sa. Ringrazio gli ultras molesi ed i tanti attestati di stima che ho ricevuto anche da amici baresi ultras che mi conoscono e sanno le mie intenzioni e grande determinazione che ho riversato nel scegliere questa realtà. Faremo belle cose e ne vedrete delle belle”. La preparazione inizierà agli ordini di mister Pasquale Zapparelli e mister Gianni De Bellis dall’otto di agosto dove saranno previste tre amichevoli, di cui una di lusso con una squadra dilettantistica del girone H ed a fine agosto è infine prevista la presentazione della squadra che tenterà l’assalto al campionato Promozione.

 

M.I.

 

 292 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *