Sport

Operazioni in chiusura per Favasuli, Obaretin e Sgarbi

Calcio mercato Bari. In porta Leali passa in pole

Archiviato il secondo giorno di calciomercato con la chiusura di tre colpi ed altrettante ufficialità (che potrebbero essere giunte nella tarda serata di ieri). La prima dovrebbe essere quella di Costantino Favasuli, centrocampista di spinta della proprietà della Fiorentina che arriverebbe in prestito con diritto di riscatto per i biancorossi e controriscatto fissato per i viola. L’altro colpo che potrebbe essere annunciato già nella tarda serata di ieri è il difensore centrale Nosa Obaretin classe 2003 titolare a Trento nella passata stagione, c’è il placet del Napoli e volere del ragazzo, insieme all’attaccante Lorenzo Sgarbi, classe 2001 che si ritroverà già dal pre-raduno a Bari, previsto il 6 luglio per conoscere i nuovi compagni di squadra. Sgarbi, Quest’ultimo lo scorso anno ha giocato in C nell’Avellino di pazienza segnando sette reti e fornendo 17 assist, un numero davvero importante. Sempre in difesa dove bisognerà colmare l’addio di Valerio Di Cesare dovrebbe arrivare anche  il classe 1999 Marco Curto che non rientra nei piani del Como per la Serie A e ripartire dalla serie B dove ritroverebbe mister Longo sarebbe una destinazione gradita al ragazzo. Sul ragazzo però c’è pure la Cremonese che sarebbe pronta a comprarlo e in caso di offerta del genere, la società lariana prediligerà la cessione a titolo definitivo. Grandi passi in avanti per la definizione dell’attaccante Pedro Mendes dell’Ascoli che arriverebbe a titolo definitivo, liberandosi dall’Ascoli retrocessa, anche se i marchigiani chiedono 1 milione di euro, la distanza tra le parti è molto vicina a raggiungere l’accordo e il giocatore in caso di arrivo sarebbe al momento, l’operazione dei De Laurentiis più importante dopo quella di Schiedler, ancora più remunerata fortemente voluto da Polito, ma ai margini del progetto tecnico e destinato anche ad una non possibile convocazione, nonostante il ragazzo si impegni ma non ha le capacità per poter militare nella serie cadetta. Capitolo cessioni, da capire se sarà convocato per il raduno abruzzese Simone Simeri che non ha mai smesso di tifare Bari anche quando è andato altrove ed il giocatore potrebbe tornare utile anche partendo dalla panchina a mister Longo, ma in questo caso bisognerà attendere ancora le prossime 48 ore se saranno svelati i convocati. Infine, certi saranno gli addii di Daniele Celiento e Manè, entrambi difensori con il primo che piace molto al Benevento e il secondo all’Altamura. Da ieri rimbalzata secondo rumors di mercato anche la suggestione Achik per il Cerignola, ma il giocatore di proprietà del Bari, sarà prima valutato da Longo e poi si deciderà se girarlo o meno in prestito. Pare che anche D’Errico sia stato accostato all’Altamura, ma il giocatore vorrebbe giocarsi le sue carte ed essere valutato da Longo, prima di accettare qualsiasi altra destinazione in Lega Pro o altrove. Per la porta invece balza in pole Nicola Leali, portiere esperto del Genoa, rispetto alle altre piste che restano sempre in auge, ovvero Pizzignacco dalla Feralpisalò che sarà ceduto senz’altro e Pigliacelli, dove su quest’ultimo c’è il consenso del giocatore ma il Palermo vuole monetizzare la cessione e sta valutando anche altre offerte. Ultima pillola, per l’attacco, ne avevamo già scritto nei giorni scorsi che è tornata di moda la pista che porta a Tommaso Fumagalli, attaccante del Como rilevato a gennaio dalla Giana Erminio. Sulla punta c’era anche il Bari che però non è riuscita a concretizzare, ora la società ha valutato che il giocatore sebbene molto grintoso e caparbio non possa esser e già pronto per il salto di qualità nella massima serie e sarà ceduto, presumibilmente in prestito in serie cadetta. (Ph. Ascoli Calcio).

Tess Lapedota

 

 

 


Pubblicato il 3 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio