“La mia odissea all’ufficio tributi”
4 Agosto 2018
Forse non è solo colpa del clima se Emiliano e Nunziante litigano
4 Agosto 2018

“Ora vi spiego perché gli immigrati scelgono il Libertà…”

Quale futuro per il quartiere Libertà? L’esplosione della piaga immigrazione ha provocato parecchie discussioni nel rione cerniera tra periferia e centro cittadino, discussioni sfociate in fiaccolate e manifestazioni che, però, hanno visto per strada sindacalisti e addetti ai lavori. Così come, del resto, hanno riconosciuto negli accesi ‘post’ sui social e sui giornali locali gli stessi organizzatori. E l’ex consigliere Luigi Cipriani, che la miccia l’ha accesa un bel po’ di tempo fa con petizioni, assemblee e denunce, rincara la dose dicendo che ad oggi si assiste unicamente “….a conferenze e dichiarazioni farsa da parte di alcuni rappresentanti istituzionali”. Ed è sempre lui, il Cipriani che hanno accusato di cavalcare la tigre solo per scopi elettorali, che apprende, che negli ultimi giorni, come varie associazioni sigle sindacali e politici hanno iniziato a parlare dei problemi del quartiere. <<Durante questi incontri, dopo anni di silenzio e latitanza, si cerca sempre di minimizzare una realtà che è sotto gli occhi di tutti. Ci chiediamo: sino a ieri dove erano?>>. Ma Cipriani che in questi giorni è stato invitato a parlare dei problemi tra cittadini residenti al Libertà e immigrati, davvero troppi e invadenti al Libertà, ci tiene pure a  precisare che gran parte dei partecipanti a quel corteo della Cgil della settimana passata, non c’erano i residenti. E né tanto meno abitanti del quartiere, ma gente che vive in lussuose residenze. <<Ebbene, quale concreto contributo potranno mai dare per il rilancio del nostro quartiere Libertà? Al contrario, proprio questa classe politica che parla di ripresa, ignora l’aggravamento che gli stessi stanno “regalando” al quartiere, che vive quotidianamente gravi problemi quali: degrado, stato di abbandono di alcuni centri di aggregazione, scarsa presenza delle istituzioni, chiusura di servizi comunali ed enti derivati necessari per i residenti (uffici anagrafe – sportello Amgas – ridimensionamento dei locali e delle attivita’ per gli anziani del quartiere ecc. ecc). Da qualche giorno, come da noi da sempre sostenuto, si sono attivati congiuntamente i controlli da parte di forze di polizia di stato e polizia municipale, ma tutto questo non basta. Vorrei fare notare –calca la mano l’ex consigliere municipale barese – che gli immigrati scelgono e propendono di venire e fermarsi nel quartiere Libertà, per i seguenti motivi: gran parte delle case e locali commerciali sono fatiscenti, privi degli adeguamenti necessari all’agibilità degli stessi, e quindi concessi loro a costi irrisori da parte dei relativi proprietari, mentre solo ora, dopo anni di indifferenza e incuranza, si stanno finalmente muovendo le forze dell’ordine>>. Il Movimento ‘Riprendimoci il Futuro’ che l’ex consigliere guida da solo e senza troppi tentennamenti, non intende mollare sulla piaga immigrazione e quindi continuerà a seguire la evoluzione di questa drammatica realtà cittadina non trascurando alcun minimo dettaglio che possa ripristinare lo stato di una civile convivenza tra immigrati. <<Almeno coloro che intendono integrarsi…>>, addolcisce la pillola il capopopolo del rione Libertà…

 

Francesco De Martino

1,151 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *