Un console coraggioso
1 Ottobre 2022
Commercianti in piazza: “Spegneremo le nostre vetrine”
1 Ottobre 2022

“Ottobre è il mese che la devozione popolare dedica al Rosario e a Maria”

“Ottobre è il mese che la devozione popolare dedica al Rosario e a Maria, regina della Pace”: lo dice in questa intervista al Quotidiano il noto sacerdote e mariologo professor Salvatore Perrella, uno dei teologi maggiormente rappresentativi.

Padre Perrella, oggi comincia ottobre, mese che assieme a maggio viene dedicato dai fedeli alla Madonna e soprattutto alla recita del Rosario. Perché?

“E’ una pia tradizione devozione molto radicata nel popolo di Dio e voluta da alcuni Papi tra i quali Pio X, Benedetto XV, Pio XII e soprattutto San Giovanni Paolo II. Una buona parte di questa devozione la si deve al fatto che in ottobre alla prima domenica si recita nelle chiese cattoliche italiane, al mezzogiorno, la tradizionale Supplica alla Madonna del Rosario di Pompei, quella scritta dal Beato Bartolo Longo”.

Che cosa è questa supplica?

“Una lunga invocazione mariana che scrisse Bartolo Longo, in parte riveduta ultimamente nella ultima edizione della Conferenza Episcopale Italiana”.

E’ obbligatorio per il fedele cattolico partecipare alla Supplica?

“No. Come tutte le devozioni non è fatto obbligo o precetto. Non è infatti un sacramento anche se, aggiungo, parteciparvi è salutare, fa bene”.

Che cosa si invoca nella Supplica?

“Intanto, sia pur diretta a Maria è una preghiera tipicamente cristologica, in quanto attraverso Maria vogliamo arrivare al cuore del Figlio. Direi che in questo momento storico molto complicato e direi persino terribile, la Supplica è di straordinaria attualità in quanto invoca attraverso Maria il bene della pace per il mondo intero. Spiacevolmente questo popolo cristiano oggi sembra sfiduciato, spesso smarrito e ribelle”.

In che senso?

“Intanto vi è poca partecipazione alle liturgie, questo lo si deve al secolarismo dei tempi e alla progressiva scristianizzazione. Aggiungo che tanti fedeli, per fortuna non tutti, hanno una idea singolare di Dio, si rivolgono a lui solo quando hanno bisogno, se insorge un problema o una malattia. Dio non è un attaccapanni delle nostre situazioni, ma una scelta di vita e Maria ci conduce a Lui nel modo migliore con la recita del rosario”.

A proposito di cattiveria, vi sono teologi che parlano di una offensiva del diavolo in questo tempo…

“Il diavolo è sempre in azione, pronto a tentarci, perchè un essere furbo. Anzi astuto, conosce i nostri vizi e le nostre debolezze. Tuttavia non possiamo esagerare con questa idea del diavolo, soprattutto perchè Satana, che è appunto astuto, ha quale primo scopo il non apparire. Satana vuol far credere che non esiste, questa è la sua vittoria e tra l’altro gode nel togliere al cristiano il tempo da dedicare a Dio”.

Insomma, ottobre che inizia mese di Maria…

“E,’ come le dicevo assieme a maggio, un tempo quanto mai propizio per avvicinarci a Cristo col cuore di Maria”.

Bruno Volpe

 256 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *