Prosegue con successo la selezione “Miss Red Carpet”
6 Agosto 2021
L’amorevole colonnello pensava alla mamma…
6 Agosto 2021

Padre Giovanni Distante: “Un vero uomo di Dio che parlava di Dio e con Dio”

Domenica 8 agosto la Chiesa cattolica celebra la memoria di uno dei santi più importanti della sua storia: lo spagnolo san Domenico di Guzman, fondatore dell’Ordine dei Domenicani o Predicatori. Nacque in Spagna nel 1170 e morì a Bologa, dove è sepolto, il 1221. Si distinse per profonda e sottile preparazione teologica e dottrinale, naturalmente per l’ardore nella predicazione. Per approfondirne la conoscenza abbiamo intervistato padre Giovanni Distante, Priore della Basilica Pontificia di San Nicola a Bari, chiesa retta appunto dai domenicani.

Padre Distante, chi fu san Domenico?

“Un vero uomo di Dio che parlava di Dio e con Dio e allo stesso tempo portava Dio agli uomini con la massima semplicità e rigore. Un innamorato del trascendente, però con i piedi piantati a terra, capace di dialogare e portare il Vangelo a tutti”.

I domenicani forse per San Domenico sono detti predicatori…

“E’ così. San Domenico si mise in luce per la profondità teologica delle sue prediche ed omelie. Non è stato proclamato dottore della Chiesa, ma ha avito quali discepoli San Tommaso d’ Aquino, Sant’ Alberto Magno, Santa Caterina da Siena, il Beato Angelico, tutti dottori. Amava molto lo studio”.

Uomo fedele alla dottrina, un sergente di ferro. E forse per questo i domenicani sono chiamati dal latino: domini canes, cani del Signore…

“Per la fedeltà al Vangelo, dote tipica dei cani, ma anche il rigore nella difesa della dottrina. Tuttavia domenicani si deve prima di tutto a Domenico”.

Fu una specie di…inventore del rosario

“Torno sulla storia dei cani. Ricordo un aneddoto. La madre di san Domenico quando doveva partorirlo, sognò proprio un cane con una faccola luminosa ,  che rappresentava la Parola illustrata da Domenico. In quanto al rosario, San Domenico faceva risposare durante le prediche i suoi discepoli con la recita di Ave Maria e litanie”.

Giudizio di sintesi?

“Un grande santo che ha vissuto nel concreto la santità, forte della sua profonda teologia”.

Bruno Volpe

 766 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *