Cultura e Spettacoli

Pane e quotidiano con Daniela Stasi

Prestati alla poesia. Siamo poeti quando la poesia ci chiama ad esserlo

Daniela Stasi è nata a Milano. Laureata in Architettura, ad indirizzo storico-critico, la sua attività professionale si è svolta fino ad oggi nel mondo dell’editoria e della comunicazione.In  qualità di giornalista pubblicista, ho collaborato a varie testate, generaliste e di settore.Cura una sua  Rubrica quindicinale (con una attenzione particolare alla produzione poetica delle Donne), sulla Rivista digitale di Poesia “L’Irregolare”, ideata da David La Mantia.Le sue poesie sono presenti in alcune Antologie e progetti collettivi.

 

 

 

Forse mi basterà una piccola finestra

Forse mi basterà

una piccola finestra,

per inquadrare i pochi dettagli utili, 

a ricostruirmi i nessi e diventare

‒ semplicemente ‒ ciò che riuscirò 

a vedere, da questa vecchia poltrona 

che mi trattiene, la forma impressa, 

di un tronco d’albero tagliato 

troppo presto.

Forse non decorava abbastanza,

la sua sofferenza curva e la mia,

di non sapere cosa sarebbe stato, 

quel suo progetto, di fuoriuscire dalla 

mia inquadratura.

Forse, al suono di frantume di una

scopa di saggina passata sull’asfalto

‒ dai passi rigorosi e lenti di un anziano – affiderò di ripulire i nessi dalle foglie, ormai riarse a terra, che attutirono silenziose

su quel vialetto le mie cadute.

(da Il respiro del lombrico – Il Convivio editore, 2023)

Rubrica a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

#paneequotidiano#mariapialatorre#poesia


Pubblicato il 30 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio