La telenovela di “Apulia film Commission” in commissione regionale
22 Settembre 2022
Il Parco della Musica accoglie la qualità
23 Settembre 2022

Pane e quotidiano con Franco Fortini

Pochi grammi di poesia al giorno  per stare a contatto con l’universo poetico che vibra intorno a noi.

Assai fervida è anche l’attività svolta da Franco Fortini come traduttore di testi, così come la sua collaborazione come autore di testi in alcune prestigiose riviste del Novecento. La sua penna è stata particolarmente apprezzata anche nelle pagine di quotidiani famosi come “il Sole 24 Ore” e  “Corriere della Sera”. Franco Fortini si spegna a Milano, il 28 novembre 1994, all’età di 77 anni. Attualmente occupa un posto di primissimo piano tra gli intellettuali del secondo dopoguerra. Di lui Giulio Einaudi disse:” Era una voce vera, sferzante, anche violenta. L’accoglievo come una boccata d’ossigeno. Gli anni del suo furore rimangono memorabili. Contro gli avanguardismi da vertigine, contro la narrativa di tutto riposo. Era un uomo contro”.

 

 

Agli amici

 

Si fa tardi. Vi vedo, veramente
eguali a me nel vizio di passione,
con i cappotti, le carte, le luci
delle salive, i capelli già fragili,
con le parole e gli ammicchi, eccitati

e depressi, sciupati e infanti, rauchi
per la conversazione ininterrotta,
come scendete questa valle grigia,
come la tramortita erba premete
dove la via si perde ormai e la luce.

Le voci odo lontane come i fili
del tramontano tra le pietre e i cavi…
Ogni parola che mi giunge è addio.
E allento il passo e voi seguo nel cuore,
uno qua, uno là, per la discesa.

(da “Poesia e errore”, 1959)

 

Rubrica a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

 4,293 total views,  209 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *