Cultura e Spettacoli

Pane e quotidiano con Giuseppina Carminucci

Prestati alla poesia. Siamo poeti quando la poesia ci chiama ad esserlo

Giuseppina Carminucci è poetessa esordiente, con la silloge” Geografie Emozionali” edito da L’Idea. Vive a Mola di Bari, ma è nata a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno, nel 1962. Fino agli anni ’70 vive nelle Marche per trasferirsi successivamente in Puglia, dove compie i suoi studi.  Per alcuni anni fa parte della redazione MCE per I Quaderni di Cooperazione Educativa, con La Nuova Italia Editrice. Per 40 anni una semplice facilitatrice dell’apprendimento, come maestra di Scuola elementare. La sua cifra è l’empatia. Ideatrice di progetti nazionali di largo respiro, tra cui un Piano Triennale delle Arti (Miur) e realizzatrice d,aboratori teatrali e musicali per bambini dai 6 agli 11 anni e di letto -scrittura anche per adulti. Già docente per l’UTE. Attualmente collabora attivamente con il settimanale Fax. Durante le presentazioni della sua prima silloge va costruendo pezzi di territori emozionali, ricchi di interessanti risvolti empatici. Apprezzata autrice di recensioni, che, attualmente, pubblica su alcuni blog.  Ama leggere saggi di filosofia, ma la poesia è parte della sua vita. Ha ideato la struttura del testo “Poesie E Viceversa” e “Poesie Cassaforte”. Ed ama pensare che la poesia salverà il mondo.

 

Accogliere essenze

Più che guardare

Aver cura

Più che parlare

Pensare

Più che lasciarsi andare

Credere

E poi

Ricercare

A capofitto

Verità nascoste

Negate

Violate

Ma

Indiscutibilmente

Indiscusso

( da “ Geografie Emozionali”, sez. Atopia)

Rubrica a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

#paneequotidiano#mariapialatorre#poesia


Pubblicato il 31 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio