Cultura e Spettacoli

Pane e quotidiano con Vittorio Lingiardi (I parte)

Pochi grammi di poesia al giorno per stare a contatto con l’universo poetico che vibra intorno a noi

Vittorio Lingiardi è nato a Milano nel 1960. E’ psichiatra, psicoanalista e professore ordinario di Psicologia dinamica presso l’Università Sapienza di Roma, dove dal 2006 al 2013 ha diretto la Scuola di specializzazione in Psicologia clinica. E’ Autore di due libretti di poesia: La confusione è precisa in amore del 2012 e Alterazioni del ritmo del 2015 e di numerosi contributi scientifici. Il suo ultimo saggio Mindscapes approfondisce i legami tra psiche umana e paesaggio, quel luogo del mondo che cerchiamo per dare un’immagine a qualcosa che è già in noi perché come spiega l’autore: «Per avere qualche speranza di essere noi stessi, dobbiamo avere molti luoghi dentro di noi». Lingiardi collabora con l’inserto culturale Domenica del Sole 24 Ore e con Venerdì di Repubblica. Nel 2013 ha ricevuto il Premio Nino Gennaro, assegnato ogni anno dal Sicilia Queer film fest per il suo impegno nella difesa dei diritti lgbt e per la valorizzazione della cultura delle differenze.

 

Ha scapole fragili

e pazienza negli occhi

il bambino che mi ha morso il cuore.

Non si cura di me

ma sa fare miracoli.

Come una piuma

un polline di tiglio

vola allegro nel cielo.

E’ biondo come il miele di castagno

ha gli occhi scuri come un campo arato.

Mi bagna i polsi con la sua saliva:

cura così la voglia di morire.

 

da La confusione è precisa in amore

 

 

 

Rubrica a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

#poesia#mariapialatorre


Pubblicato il 1 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio