A Sannicandro di Bari la “marcia dei diritti“, Il diritto dei bambini di vivere in pace
18 Novembre 2022
“Non dobbiamo vincere il campionato ma non ci poniamo limiti”
19 Novembre 2022

Pane e quotidiano ‘La fascìdde’ di Vittorio Polito

Pochi grammi di poesia al giorno  per stare a contatto con l’universo poetico che vibra intorno a noi.E ogni sabato ‘la fascìdde’ ovvero una scintilla di poesia dialettale.

Vittorio Polito è nato a Bari, il 28 ottobre 1935. Nel 1958 ha prestato servizio presso l’Azienda Cartaria Italiana. Dal 1959 ha prestato  la sua opera presso l’Istituto di Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Università di Bari. Dal 1959 è stato in servizio presso l’Istituto Policattedra di Otorinolaringoiatria dell’Università di Bari. Dal 1979 al 1999 è stato Assistente Bibliotecario, presso la stessa Università. Ha curato, in collaborazione, la realizzazione del libro, edito dall’AIERRE, ‘Il dialetto’. Ha pubblicato note culturali e divulgative per numerosi quotidiani e periodici, come Bariracconta, Il Quotidiano di Bari, Barisera, Puglia d’oggi, Puglia Salute, La Vallisa. È autore, tra i numerosi volumi, di ‘Baresità e… maresità’ (prefazione di Vito Maurogiovanni – Levante Editori, Bari 2008), ‘Baresità, curiosità e…’ (prefazione di Corrado Petrocelli – Levante Editori, Bari 2009, ‘Pregáme a la Barése’ – Preghiamo in dialetto barese (presentazione di padre Lorenzo Lorusso, Levante Editori 2012);  ‘Baresità’ (Presentazione di Vito Signorile 2020 – ECA Editrice); ‘Baresi Doc’ (Presentazione di Nicola Simonetti 2021 – WIP Edizioni).

 

U giornalìste de iósce

Fadegatòre e nzìste nzìste
ié vére segnóre u giornalìste
ca fescènne da dó e da dá
téne sèmbe iàlde la dignetá

e pure ce fatìche mènz’a le stràte
che le crestiàne assá desgraziàte,
mandéne vive u onóre
ca téne stritte stritte jind’ò córe.

Che tànda delgèzze e serenetà
a l’informazióne dá libertá
mandenènne che decisióne
u respètte de la Chestituzióne!

Sópe o lavóre iè nu tresóre;
suse e sòtte, pe ióre e ióre
va scheprènne a ògne pendóne
le bescì du mbrestulóne

e fescènne fescènne o giornále,
cu segréte professionále
s’amméne a la redazióne
e cònde le fatte d’ògne nazióne.

U ambiènde iè assá ’mbortànde
percè dá s’àcchiene tutte quande
ca, pertànne le netìzie o direttóre,
cóme ce fòssere fràte e sóre,

se scàngene na grànne chellaborazióne
chiéna chiéne de tanda struzióne
e che nu picche de díscia dísce
fàscene u pòste assá de prísce.

Iè u chiú mègghie rè u prengepàle
ca fásce assì nu giornále
ca, che scritte nderessànde
dá culdùre a tùtte quande.

Ognedùne, biànghe o gnóre,
póte lésce a ògn’e ióre
e canòsce ogne pendóne
pure ce non sàpe la religióne.

Il giornalista di oggi

Lavoratore e scrupoloso
è vero signore il giornalista
che correndo di qua e di là
ha il decoro sempre alto

e anche se vive nelle strade
con le persone assai sciagurate,
mantiene vivo l’onore
che ha stretto stretto nel cuore.

Con tanta dolcezza e serenità
all’informazione dà libertà,
mantenendo con decisione
il rispetto della Costituzione.

Sul lavoro è un tesoro;
su e giù, per ore ed ore
va scoprendo a ogni angolo
gli inganni dell’imbroglione

e velocemente al giornale,
col segreto professionale
si precipita alla redazione
e racconta i fatti di ogni nazione.

L’ambiente è assai importante
perché là si ritirano tutti quanti
che, portando gli articoli al direttore,
come fossero fratelli e sorelle,

si scambiano grande collaborazione
piena piena di tanta istruzione
e con un po’ di chiacchiericcio,
rendono il posto assai allegro.

È il miglior re il principale
che fa uscire un giornale
che, con articoli assai interessanti,
dà cultura a tutti quanti.

Chiunque, bianco o nero,
può leggere ad ogni ora
e conoscere ogni luogo
pur se ignora la religione.

 

Rubrica a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte, consulenza Felice Giovine

 

 

 7,422 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

1 Comment

  1. Vittorio Polito ha detto:

    Grazie al Quotidiano di Bari, al suo Direttore e a Maria Pia Latorre per la gradita segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *