Cronaca

Parcheggi e viabilità , priorità nelle periferie

“Il nostro territorio ha bisogno di interventi per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Serve una nuova viabilità soprattutto in alcune zone di Palese e S.Spirito e parcheggi”. Ne sono convinti molti cittadini dei due quartieri a nord di Bari che criticano molto l’operato del consigliere incaricato per la Mobilità sostenibile  al Comune di Bari, Antonio Decaro reo, secondo loro, di trascurare molto le zone periferiche della città a favore delle zone centrali. Basti pensare alle tante soluzioni “inventate” per  il mal di traffico in vaste zone della città. Park&Ride , zone a traffico limitato, Bike Sharing e non ultimo Decaro si è inventato anche qualcosa a Natale. Infatti l’Amministrazione comunale, in accordo con l’Amtab s.p.a., ha predisposto una serie di iniziative per il periodo di Natale per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici e per decongestionare il traffico cittadino: dal 6 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 sarà possibile acquistare un “abbonamento natalizio” a 15 euro valido per tutte le linee degli autobus urbani. Dal 24 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 gli under 18 e gli over 65 viaggeranno gratis sugli autobus di linea esibendo un documento di riconoscimento valido. Anche a Palese e S.Spirito come in altre periferie lontane dal centro i cittadini potranno usufruire di questa agevolazione. Dove invece si avverte diversità di trattamento è soprattutto nella fruizione  in questi quartieri del park&Ride e di una circolare interna degna di tale nome.La linea 51 infatti è insufficiente a soddisfare le esigenze di trasporto cittadino a Palese- S.Spirito, ci impiega circa 1 ora per coprire l’intero percorso e questo è il tempo di attesa per gli utenti. Un altro minibus in servizio che dimezzasse i tempi di attesa potrebbe incentivare questo servizio attualmente  poco utilizzato. Questo ,comunque non basta, dicono i cittadini , De Caro deve farsi carico di altre questioni da troppo tempo irrisolte che hanno bisogno di soluzioni radicali come la questione della viabilità e parcheggi in prima circoscrizione con fondi pubblici o privati o con accordi di programma molto difficili e rari  a Palese e S.Spirito .Come esempio i cittadini fanno riferimento a dei casi emblematici. Il primo è l’area mercatale da adibire anche a parcheggio in via Udine a S.Spirito .La scorsa estate un lungo braccio di ferro ha visto contrapporsi il consiglio circoscrizionale  e l’Associazione commercianti di Santo Spirito. L’oggetto del contendere è stata la messa in atto dell’area pedonale sul lungomare che ha scatenato la reazione dei commercianti .Questi, hanno contestato il provvedimento a causa della mancata realizzazione promessa l’anno scorso di quell’area attrezzata che avrebbe consentito a centinai di clienti e visitatori-automobilisti di parcheggiare le auto in quella zona .A Palese dopo trent’anni ,nonostante tutte le pratiche amministrative espletate compreso il finanziamento, la strada di PRG di collegamento tra via del quadrifoglio e via D’Aosta non è stata ancora  cantierizzata.  Lo stesso Decaro in risposta ad un’interrogazione del consigliere comunale Gemmato rispose che mancavano i soldi, una risposta non troppo convincente visto che nel 2006 i lavori erano stati finanziati con circa 400 mila euro ed affidati al Direttore dei lavori Ing. Montaldo, attuale capo ripartizione dei LL.PP del Comune. Altro caso segnalato al delegato della mobilità  è Via tenente Ranieri a Palese, una strada conosciuta da Decaro che ,dopo una serie di innumerevoli incidenti, anche gravi, all’incrocio con via Priolo , si decise a far installare semafori lampeggianti. Via Tenente Leonardo Ranieri, una strada che a Palese è diventata il simbolo del traffico caotico, oppressa nel primo tratto da automobilisti indisciplinati che lasciano le loro auto dove più gli aggrada, a questo si aggiunga l’attività commerciale concentrata in pochi metri di strada di un gommista, pasticceria, pizzeria ed una grossa agenzia di assicurazioni ed il caos è assicurato. Domenica scorsa come tutte le domeniche e giorni festivi  ma anche i giorni feriali la strada è stata teatro dell’ennesimo ingorgo rumoroso e asfissiante. Per circa mezz’ora verso mezzogiorno un grosso pullman dell’Amtab è rimasto bloccato tra le auto per colpa soprattutto di quelle parteggiate in malo modo su entrambi i lati e a sua volta ha bloccato il traffico. La situazione si è aggravata a causa delle decine e decine di auto in movimento in quel momento. “Non si può aspettare che la situazione degeneri-dicono i cittadini -non mancherà molto e ci scapperà qualche ferito e qualche rissa furibonda fra automobilisti inviperiti da questi lunghi blocchi che sistematicamente ogni giorno  stanno diventando usuali. Qualche anno fa ci fu  una petizione firmata dai residenti e da numerosi cittadini per trovare soluzioni al problema traffico in via Ranieri. Primo fra tutti il senso unico che di fatto c’è già deviando come una volta il percorso dei bus  da via Nazionale- viale V.Veneto-Via Diaz e ampliando il percorso del 51. Avevamo suggerito di costruire un parcheggio in fondo a via Ten Ranieri in contrada Giannone, un parcheggio simile al Park e Ride di Bari per allentare la morsa delle auto in via Ranieri e piazza Renna .Di parere concorde anche il Capitano dei vigili urbani Armenise a cui è andato il plauso dei residenti della via per diversi interventi effettuati con una pattuglia di vigili per sgombrare la strada da tante auto in divieto di sosta, un evento non comune da queste parti. Il proprietario del suolo di contrada Giannone  era disposto a darlo in affitto ma Decaro rispose ,tanto per cambiare ,che non c’erano soldi .Per i cittadini è tempo di cambiare mentalità da parte degli amministratori comunali, le periferie non sono più oasi con ampi spazi per tutto e per tutti e Palese e Santo Spirito non sfuggono a questa regola ed è lecito aspettarsi un cambio di marcia dell’amministrazione nell’esportazione dei provvedimenti in materia di viabilità e parcheggio anche da queste parti.    

Gaetano Macina

 

 

 


Pubblicato il 12 Dicembre 2012

Articoli Correlati

Back to top button