Tracce umane del paleolitico
10 febbraio 2018
Fitto inaugura la campagna pugliese di “Noi con l’Italia”
10 febbraio 2018

Parco del Castello: via libera per lo spazio verde a Bari Vecchia

Eppur si muove, dopo quasi due anni di pausa: ieri mattina si è finalmente svolto l’incontro tra i tecnici del Provveditorato interregionale per le opere pubbliche di Campania, Molise, Puglia e Basilicata e i tecnici comunali baresi, allo scopo di individuare le soluzioni più idonee ad aprire alla città, in tempi brevi, l’area verde demaniale attualmente concessa in uso al Provveditorato stesso. All’incontro hanno partecipato gli assessori all’Urbanistica e ai Lavori pubblici. Si tratta di un passo importante, che va nella direzione della realizzazione del Parco del Castello proposto dal Comitato cittadino e condiviso dall’amministrazione comunale. Ieri, infatti, è stato condiviso l’iter procedurale, previsto dall’art. 34 del Codice della navigazione, per cui sulla base di un provvedimento del ministro dei Trasporti e su richiesta dell’amministrazione interessata, determinate parti del demanio marittimo possono essere destinate ad altri usi pubblici, cessati i quali riprendono la loro destinazione ordinaria. Per quanto riguarda la proposta progettuale, invece, è stata condivisa l’idea di procedere per “step”, immaginando soluzioni per il breve, medio e lungo periodo. Nelle prossime settimane, gli uffici comunali provvederanno a definirne i dettagli e a condividerli al tavolo tecnico interripartizione, a cui partecipano anche i rappresentanti del Comitato Parco del Castello. Si procederà, quindi, a convocare una conferenza di servizi istruttoria in cui le proposte progettuali saranno valutate congiuntamente da tutte le istituzioni interessate, oltre al Provveditorato per le Opere Pubbliche, l’Autorità portuale, la Sovrintendenza e la Capitaneria di Porto. Tutte le opere (recinzione, illuminazione, arredi) saranno a carico dell’amministrazione comunale, che prenderà in concessione l’area. “Per il Parco del Castello – ha spiegato a margine dell’incontro l’assessora all’Urbanistica Romano – così come per altre operazioni complesse di riqualificazione urbana, è importante assumere un approccio progettuale che, procedendo per step, anche attraverso usi temporanei, sia in grado di restituire in tempi brevi ai cittadini gli spazi pubblici in questione. L’area verde, attualmente concessa in uso al Provveditorato, non ha bisogno di grandi interventi per poter essere usata dai cittadini, per cui contiamo entro breve tempo di avviare gli interventi”. Dunque, novità di peso sul fronte del sospirato Parco del Castello, col sogno di tantissimi cittadini baresi di vedere un’area verde attorno al Castello Svevo, in un’area che di verde ha molto poco col suo flusso di auto e lamiere per quasi tutta la giornata, ai margini della Città Vecchia. Bisogna ricordare che appena tre mesi fa, il comitato di associazioni che da tempo, oramai, si batte per l’operazione di bonifica e riutilizzo a verde della zona, aveva scritto al sindaco Antonio Decaro, stanchi per la mancanza di atti concreti per aprire vedere realizzati i giardini del palazzo delle Opere Pubbliche, proprio di fronte al Castello. Poi il primo cittadino ha preso carta e penna rivolgendosi direttamente al Ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio, spingendo per aprire un tavolo tra tecnici ministeriali e comunali. All’ordine del giorno la definizione delle modalità operative per l’avvio della progettazione di cui s’è parlato ieri. Ora non resta che sperare che anche il nuovo Governo, ormai alle porte, non abbandoni l’idea di realizzare giardini e aiuole in un’isola verde dove, come detto, di verde c’è n’è poco. Anzi, quasi per niente…

 

Francesco De Martino

171 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *