Lavoro

Pasqua, Pellegrino (Aidit Confindustria): “Non da record per agenzie viaggio, bene stranieri”

(Adnkronos) – "La Pasqua e i ponti di Primavera, compreso il 1° maggio 2024, rappresentano il primo 'giro di boa' dell’anno turistico per gli operatori del turismo organizzato di qualità e per la distribuzione. Non ricorderemo questa Pasqua come quella dei record e gli effetti della perdita del potere d’acquisto delle famiglie italiane produce effetti significativi. Si attendono infatti, sulla destinazione Italia, mediamente delle crescite fino al 3% delle vendite in agenzia di viaggio rispetto all’anno precedente, ma che sono dovute all’incremento dei turisti stranieri che compensano e superano il calo di domanda interna". Così, con Adnkronos/Labitalia, Domenico Pellegrino, presidente di Aidit, l'associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria.  "Anche le condizioni meteo sfavorevoli -conclude- stanno incidendo su quella fascia di viaggiatori last minute. Oggi l’Osservatorio di Federconsumatori ha stimato che solo una famiglia italiana su sette trascorrerà queste vacanze fuori casa".  Più positive le tendenze per i mesi estivi. "La Pasqua è anche una tradizionale 'finestra' per la stagione estiva -spiega Pellegrino- e qui i dati sono decisamente più incoraggianti, stiamo registrando un incremento dei fatturati delle vendite in agenzia di viaggio pari al +15% rispetto al medesimo perimetro del 2023. Continua a persistere una tendenza di prenotazione anticipata di circa 90 giorni prima della partenza contro i 60 giorni del 2023. Questo significa che gli italiani hanno ben chiaro il vantaggio di accedere ai migliori prodotti di vacanza anziché aspettare il last minute, soprattutto se viaggiano in famiglia e in destinazioni molto ambìte". E restando all'estate, entrando nel dettaglio ecco le scelte nelle agenzie di viaggio fino a questo momento. "Guardando alla geografia delle destinazioni più prenotate per l'estate -spiega- nelle agenzie d viaggio, nella top ten vediamo l’Egitto con il Mar Rosso, che recupera terreno dopo la battuta d’arresto subìta dall’autunno scorso a causa del conflitto mediorientale. Questo è un trend importante, per un prodotto così competitivo. L’Egitto è determinante per il mercato italiano. Nel 2023 è stato movimentato circa il 20% del traffico estivo verso questa destinazione". "A seguire, le crociere nel Mediterraneo: l’eccezionale performance di questa tipologia di vacanza -spiega- è una certezza per le agenzie di viaggio ed una straordinaria opportunità per i consumatori, in termini di varietà di offerta, di innovazione e di value for money. Un recente studio dell’istituto di ricerca YouGov intitolato 'Global Travel Profiles' evidenzia che la generazione più interessata è oggi quella dei Millennials che vi riscontrano esperienze originali, condivisibili sui social, da vivere in famiglia o in gruppo", sottolinea.  Per quanto riguarda invece le mete preferite per le festività di questa primavera Pellegrino spiega che "Riguardo le mete preferite per queste festività di primavera, gli Stati Uniti salgono al terzo posto, dietro Egitto e crociera nel Mediterraneo: una destinazione di lungo raggio, dunque, che balza sul podio (scalzando la Spagna nel 2023, che scivola in 6^ posizione), a conferma che anche un viaggio importante nel primo periodo dell’anno è una opzione perseguibile per il budget familiare. Gli atolli maldiviani mantengono la 4a posizione, al pari del 2023. Il quinto 'gradino' della classifica è per le crociere in Nord Europa mentre Giappone, Kenya, Italia e Francia chiudono il round delle 10 destinazioni del monitoraggio Aidit", conclude.  —lavoro/datiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 29 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio