Ztl: sempre più dura la vita dei pendolari baresi
14 Settembre 2012
La beffa dei vincitori di concorso ancora non assunti
14 Settembre 2012

Piano Triennale, che fine ha fatto l’intervento a via Quadrifoglio?

Sempre più intricata e difficile da sciogliere l’annosa questione della viabilità nelle ex frazioni del capoluogo, specie tra Palese e santo Spirito e non solo per via dei troppi passaggi a livello e relative barriere presenti sul territorio. Ad accogliere con forza le garbate, ma decise proteste degli abitanti di Palese, specialmente di quelli che risiedono in via del Quadrifoglio e che da tempo si sono rivoltati chiedendo il mutamento d’una viabilità che li penalizza da sempre, è stato Nicola De Matteo, Consigliere Provinciale e capogruppo della Lista Schittulli. Il quale ha preso carta e penna scrivendo mal Presidente Circoscrizionale Saverio Diliso, ben sapendo entrambi che Palese è un luogo che da anni giace in stato di semiabbandono. Via Quadrifiglio, dunque, budello a doppio senso che, da anni, richiederebbe un intervento deciso da parte degli uffici preposti a regolare traffico e viabilità; intervento che non c’è mai stato. De Matteo è drastico, vittima anche lui di quel consumo “leggero” del territorio con cementificazione diffusa e irrazionale e case messe su –come dice lui, con “…una protervia inaccettabile che sono un vero e proprio sfregio alla natura agreste e serena di Palese e dei suoi abitanti”. Se non si è stati in grado di bloccare questo tipo di speculazione che per anni ha provocato disastri e graffi al territorio, adesso De Matteo si augura che (in tempi brevi) si possa risolvere il problema già sottoposto, come detto, in una missiva spedita al Presidente della Seconda Circoscrizione Palese-Santo Spirito, relativo, appunto, alla viabilità contestata. Un tratto stradale da evitare ad ogni costo, tra via Nisio, via del Quadrifoglio e via Duca D’Aosta che sarebbe immediatamente più scorrevole tornando alla normalità con l’apertura di una “nota” strada di collegamento. Ebbene, questo collegamento – previsto dal Piano Regolatore Generale – migliorerebbe di molto la viabilità e la vivibilità di una zona dove risiedono centinaia di famiglie, anche perché è noto che in quella zona è facile rimanere ingolfati in un assurdo doppio senso di marcia della “bretella” che collega via del Quadrifoglio a via Duca D’Aosta, così come è facile rimanere impantanati – sempre in via del Quadrifoglio –  appena Giove pluvio inizia a riversare – anche poche – gocce d’acqua. E’ inutile nascondere che negli ultimi anni a Palese è andata perduta la cultura della bellezza che è patrimonio di chi a Palese, antico comune tuttora alla ricerca dell’autonomia,  è nato. E continua silentemente a viverci. Il problema di via Quadrifoglio è un’opera non certamente colossale e che da anni è stata progettata, finanziata e mai realizzata, da tecnici e amministratori del Comune di Bari. Tutto questo nonostante un’opera che ora si trova inserita nel “Piano triennale delle opere pubbliche” del Comune di Bari, ma che alla fine dell’anno potrebbe essere posticipato, come accade sempre più spesso per quegli interventi senza ‘sponsor’ politici. Insomma, gli interventi per migliorare la viabilità di Palese resterebbero nel libro dei sogni, che mai saranno realizzati. Ma De Matteo non ci sta: “”C’è bisogno di rifinanziare l’opera con altri strumenti, attingendo ad altre risorse in bilancio che non impattino con le regole rigide del “Patto di stabilità”la sua promessa. Ben sapendo che la Circoscrizione guidata da Diliso è di centrosinistra, ovvero uguale a quella che regge il Comune di Bari e, quindi, difficile mettersi “contro” l’Istituzione madre”. Ma per risolvere il drammatico problema del traffico in via Quadrifoglio e dintorni è richiesto dai cittadini uno “scatto di reni” a sostegno del bene comune. Alla fine viabilità e vivibilità d’un territorio hanno tante cose in comune, non soltanto l’assonanza fonetica….

 

Antonio De Luigi

 738 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *