Attualità

Porti, Autorità Palermo e Comune firmano accordo operativo

(Adnkronos) – L’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale e il Comune di Palermo hanno firmato un accordo operativo che discende dall’accordo quadro siglato l’11 novembre del 2022, in cui si individuavano gli ambiti di intervento di comune interesse in modo da disciplinare congiuntamente i lavori per la rigenerazione urbana del waterfront di competenza di entrambi e migliorare le connessioni di interfaccia città-porto con l’armonizzazione degli strumenti urbanistici dei due Enti. Nel frattempo, è stato deciso che sarà un concorso internazionale d’idee, strumento fondamentale che porta alla progettazione e, quindi, alla realizzazione dell’opera, come avvenuto nel 2018 con il progetto di interfaccia, lo strumento per individuare il miglior progetto che dovrà coordinarsi sia con lotti del waterfront già in fase di realizzazione, sia con gli interventi previsti dal Comune per alcune aree. Il nuovo bando, definito nel dettaglio dalle due amministrazioni, prevede una procedura aperta in unico grado in forma anonima, e sarà pubblicato, previa condivisione con gli ordini professionali competenti, entro la metà del mese di luglio, completate le verifiche amministrative. I termini di pubblicazione sono stati fissati in 90 giorni. Il Concorso stabilirà una graduatoria di merito, con la distribuzione di un montepremi che ammonta complessivamente a 185 mila euro: 80 mila euro al primo classificato, 40 mila al secondo, 20 mila al terzo e 10 mila al quarto.  “La rigenerazione del waterfront centrale di Palermo – è il commento dell’assessore Maurizio Carta durante l'inaugurazione del prolungamento della passeggiata a Sant'Erasmo a Palermo con il Presidente dell'Autorità portuale di Sicilia occidentale Pasqualino Monti- oggi fa un salto di livello perché con il nuovo accordo operativo il Comune di Palermo e l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale mettono in campo le loro migliori risorse finanziarie e tecniche per riqualificare la via Crispi, con la realizzazione di una passerella pedonale su via Amari, e per rigenerare complessivamente il Foro Italico, uno degli spazi pubblici vegetali più importanti della città, amato dai cittadini e dai turisti e sempre più sede di grandi eventi, ma anche di convivialità quotidiana. Per il parco del Foro Italico verrà bandito un concorso internazionale di idee per dotarlo di quelle strutture compatibili ad accogliere le diverse funzioni e per poter consentire ai fruitori di affacciarsi sul mare riportando la passeggiata della Marina a contatto con il profumo, il suono, l’incanto dell’acqua”.  —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 5 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio