Sport

Presentato il nuovo kit gara targato Erreà

In previsione un’amichevole internazionale il 31 luglio al San Nicola

Presentato il nuovo kit gara Erreà, ieri nella sala stampa ‘Gianluca Guido’ dello stadio San Nicola, alla presenza del Presidente De Laurentiis, assieme al Patron di Erreà Angelo Gandolfi e ai fratelli Pasquale e Beniamino Casillo. Erreà torna a vestire i colori biancorossi, dopo aver accompagnato il Bari, in qualità di sponsor tecnico, per 10 anni dal 2005 al 2015.

La maglia bianca è stata indossata da Francesco Vicari, la rossa da Raffaele Maiello e la grigia da Giuseppe Sibilli. La maglia bianca e quella rossa hanno dei filamenti sul fondo ispirati al mosaico pavimentale di Timoteo, presente nel succorpo della Cattedrale di San Sabino di Bari. Si tratta di un mosaico di origine paleocristiana che prende il nome del committente menzionato nell’iscrizione rinvenuta, che propone un campo centrale con motivo a scaglie, compreso entro una cornice con pesci, motivi floreali e vegetali. È proprio il motivo a scaglie ad essere stato riprodotto sulle divise. La maglia grigia, invece, è ispirata ad una lastra dell’altare d’argento posto nel transetto di destra della Basilica di San Nicola. L’altare è risalente al 1319 e fu regalato dallo zar di Serbia Uroš II Milutin per coprire le reliquie del Santo di Myra nella cripta, ma fu completamente rifatto in stile barocco per i mutati gusti in fatto artistico. L’altare rappresenta scene della vita del Santo, ma i motivi ripresi sulla divisa grigia riguardano dei dettagli con motivi floreali ripresi da alcune sue parti.

Le maglie sono prenotabili dall’8 luglio, mentre saranno acquistabili a partire dal 30 luglio online, nello store di Corso Cavour e presso i punti vendita di Erreà. Il costo della maglia è di 85 euro. Lo store dello Stadio San Nicola è al momento in ristrutturazione fino a fine agosto, con l’idea di rendere lo spazio fruibile dai tifosi e dalle famiglie in previsione dell’organizzazione di eventi, anche in occasione delle festività.

Rinnova la fiducia alla SSC Bari, come main sponsor, il gruppo Casillo. Pasquale e Beniamino Casillo si sono dimostrati contenti del loro lavoro in collaborazione con la squadra del capoluogo barese e hanno assunto, nella presente stagione, un nuovo impegno, estendendo la collaborazione anche al settore giovanile e alle Academy, con l’intento di avvicinarsi di più alle famiglie. Molti sponsor hanno confermato il loro impegno verso la società biancorossa. Il Presidente ha elogiato anche il gruppo Go Up che ha voluto implementare il proprio supporto pubblicitario, comparendo come secondo sponsor sulla maglia.

L’assenza di Maita, tra i protagonisti che hanno indossato le maglie, ha destato la curiosità della stampa sul suo proseguo in quel di Bari. Stando ad indiscrezioni, la società non ha intenzione di cedere il giocatore, ma non potrebbe costituire un impedimento qualora al calciatore messinese dovesse arrivare un’offerta importante. È sicuramente vivo l’interesse per il centrocampista da parte del Cesena dell’ex tecnico biancorosso Michele Mignani.

Il Presidente ha dichiarato, durante la stessa seduta, che oltre all’arrivo di Favasuli, sono previsti almeno 3 o 4 nuovi innesti, in vista della partenza per il ritiro. Molto probabilmente si tratta dei due prestiti in arrivo dal Napoli, Lorenzo Sgarbi e Nosa Edward Obaretin. Resta vivo l’interesse per Moutir Chaija, che è stato già allenato da Longo nel Como, il quale potrebbe arrivare a Bari a titolo definitivo. Si sta cercando di stringere le pratiche anche per il portiere. Molti sono i sondaggi in corso che vedono come protagonisti: Leali, Micai e Stanković. Per i profili ‘big’ il Presidente ha confermato che ci vorrà un po’ di tempo. Consapevole della riduzione degli investimenti da parte della Lega di B per i club, ha confermato che il budget per il mercato sarà importante, tanto quanto quello della scorsa stagione, e che l’intenzione è quella di aspettare che i club abbassino le loro pretese prima di passare alle mosse decisive. È sicuramente una situazione che coinvolge l’interessamento di Anthony Partipilo del Parma. A riguardo dei giocatori che giungeranno in prestito, Luigi De Laurentiis ha affermato che possono costituire delle risorse che hanno tutto da dimostrare, la cui produttività concorre alla stessa maniera dei giocatori di proprietà al raggiungimento dell’obiettivo. In tal caso la società avrebbe il vantaggio di valutarne l’efficacia e l’utilità prima di riscattarne il cartellino, così come è successo con Giuseppe Sibilli.

Erano già state diramate le date delle amichevoli durante il ritiro. La prima è prevista per domenica 14 luglio che vedrà il Bari affrontare il San Giovanni Teatino, formazione di Promozione della regione Abruzzo. La successiva si terrà il 17 luglio contro l’ASD Folgore Delfino Curi Pescara, formazione di Eccellenza della stessa regione. Entrambe le amichevoli si svolgeranno alle 17,30 sul campo comunale di Roccaraso. Sono previste altre due amichevoli per sabato 20 e per mercoledì 24 luglio, ma sono ancora da definire le avversarie e gli orari. Nell’arco della conferenza, però, è stata svelata l’organizzazione di un’altra gara dal sapore di calcio d’estate, in questo caso al rientro dal ritiro. Si tratterà di un’amichevole internazionale, prevista per il 31 luglio al San Nicola, che sarà anche motivo per l’ex capitano Valerio di Cesare di un addio al calcio giocato in maniera decorosa. Sono ancora da definire orario e nome dell’avversaria.

Intanto, per mercoledì 10, nel pomeriggio, è prevista la partenza per Roccaraso del gruppo, a cui si aggiungeranno i giovani Colangiuli e Lops, che inizialmente non erano stati inseriti nella lista dei convocati per il raduno in previsione del ritiro. (ph. Tess Lapedota)

T.L.


Pubblicato il 9 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio