“Ce avesse sapute…”
31 Dicembre 2010
Cimitero chiuso: senza pace i defunti a Cegle del Campo
31 Dicembre 2010

Presepi viventi, Bambinelli e polemiche

“Marcopolo”, canale televisivo Sky, ha stilato la graduatoria dei più bei presepi viventi di quest’anno. Tra i primi dieci posti la Puglia si aggiudica ben due posizioni, la terza (Tricase) e la nona (Canosa). Quello di Tricase, il più grande del Mezzogiorno, è giunto alla trentunesima edizione. Diretto quest’anno da Edoardo Winspeare, il Presepe Vivente di Tricase si estende su una superficie di quattro ettari e si sviluppa lungo un percorso di due chilometri che si snoda tra ricostruzioni scenografiche di circa cinquanta mestieri antichi ; più di duecentocinquanta le persone impegnate. Si potrà visitare la grandiosa ricostruzione l’1, il 2 e il 6 gennaio dalle 17 alle 21,30. Particolarmente suggestivo si annuncia il giorno della Befana, quando avrà luogo la tradizionale sfilata dei personaggi con partenza alle 16,00 dall’atrio del Castello. La sfilata, aperta dalla Sacra famiglia e chiusa dai Re Magi, percorrerà alcune vie cittadine prima che ciascun figurante prenda il proprio posto per l’ultima rappresentazione ; l’ingresso è libero. Veniamo ora a Canosa dove la tradizione del presepe vivente è assai giovane (la presente è la settima edizione), non di meno la manifestazione è partita con grandi ambizioni e i risultati si vedono. La scelta di riprodurre un villaggio palestinese di duemila anni fa in località Madonna di Costantinopoli si è rivelata particolarmente felice. Si tratta di un sito elevato di recente alla dignità di Parco Territoriale che presenta, numerosi e ravvicinati, ipogei naturali e anfratti ricavati dall’opera di scavo per ricavare tufo. Il colore caldo di questo calcare poroso fa del sito il migliore dei contenitori per una rievocazione sempre puntuale e dettagliata ; trecento le persone coinvolte. Il Presepe Vivente di Canosa sarà liberamente visitabile nei giorni 2,3,5 e 6 gennaio. Meno spettacolari ma non per questo meno meritevoli di visita sono gli altri Presepi Viventi di Puglia. Tra i più importanti ci pare il caso di segnalare nel leccese quelli di Castro, Specchia e Corigliano d’Otranto ; nel foggiano quelli di Orsara, Alberona e Torremaggiore ; nella BAT quello di Trani e nel tarantino quello di Faggiano. Una curiosità, con quale criterio viene scelto il Bambinello? Generalmente si preferisce che il micro figurante sia  figlio della donna che impersona la Madonna, vuoi per un fatto di feeling, vuoi per placarlo senza fatica nel caso si metta a piangere (l’iconografia cristiana non contempla Bambinelli capricciosi). In ogni caso la scelta innesca spesso gelosie e polemiche giacché per ragioni di prestigio famigliare si arriva a scomodare arcipreti ed assessori.  Per liberarsi d’ogni impiccio, ad Alberona fanno così : Gesù è l’ultimo bambino battezzato ad Alberona e  a fargli compagnia nella grotta-capanna sono i suoi genitori nei ruoli di Maria e Giuseppe.
italointeresse@alice.it
 

 428 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *