Cronaca

Quattordici nuovi segnali a parco 2 Giugno

Presentato il progetto “I segnali del futuro”

Nella sala giunta di Palazzo di Città, a Bari, è stata presentata l’iniziativa “I segnali del futuro”, promossa dall’associazione aMichi di Michele Visaggi, con la quale il prossimo 4 aprile sarà installata a parco 2 Giugno una segnaletica speciale realizzata dai giovani studenti dell’istituto comprensivo “Nicola Zingarelli-Anna Frank”.

Proprio tra i banchi di scuola, lo scorso anno, ha preso forma questo progetto, grazie a un corso sulla sicurezza attraverso l’arte tenuti dall’associazione aMichi di Michele Visaggi Odv, che ha coinvolto 124 alunni di quarta elementare. Al termine ogni studente ha realizzato un elaborato che affrontava varie tematiche. Tra questi, poi, 14 sono stati selezionati dall’associazione e trasformati in veri e propri segnali stradali realizzati su forex.

All’incontro con la stampa hanno partecipato l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano, il comandante della polizia locale Michele Palumbo, la consigliera del II Municipio Alessandra Abbatescianni, il vicepresidente di aMichi di Michele Visaggi ODV Francesco Visaggi, le insegnanti Carla Diacono, Teresa Colella e Maria Antonietta Illuzzi dell’IC “Nicola Zingarelli-Anna Frank”, e Andrea Sibillano di “Sii felice, sei a Bari”. Presente all’incontro anche un gruppo di alunni della scuola elementare Anna Frank e della scuola media Zingarelli, assieme agli apprendisti giornalisti del progetto “Zingarellinews”, il web magazine dell’istituto comprensivo.

Da quello che è stato un evento circoscritto alla scuola – spiega Francesco Visaggi, vicepresidente dell’associazione aMichi – siamo riusciti ad ampliarlo sino a creare arredo urbano per il parco 2 Giugno, rendendo fruibile a tutti. È stato un bellissimo percorso in cui dalla sensibilizzazione sulla sicurezza stradale abbiamo realizzato un prodotto finale che è poi diventato di tutta la comunità, creando così un circolo virtuoso”.

Il prossimo 4 aprile, a partire dalle 17, i volontari arrederanno il parco 2 Giugno con questi “segnali del futuro”. Insieme a loro ci saranno anche i ragazzi dell’IC “Nicola Zingarelli-Anna Frank”, che canteranno un pezzo rap ideato da loro stessi.

Questo è il decimo anno di collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’associazione aMichi di Michele Visaggi, un viaggio lungo il quale questo lavoro comune è cresciuto tantissimo, sempre con l’obiettivo di sensibilizzare le persone sul rispetto delle regole alla guida e sull’importanza di salvaguardare la vita umana – ha sottolineato Paola Romano -. Dall’anno scorso abbiamo iniziato un percorso con la scuola ‘Zingarelli-Anna Frank’ che vede protagonisti i ragazzi come creatori di messaggi per l’intera cittadinanza. I bellissimi e istruttivi segnali stradali creati da loro, che saranno esposti a parco 2 Giugno, ci aiuteranno a coinvolgere i più giovani per creare una cultura partecipata della conoscenza delle regole e della sicurezza. È un patto tra le generazioni a cui teniamo tanto, che crea capitale umano, affiancandosi alla fondamentale attività di prevenzione, e anche di sanzione, che svolge la polizia locale”.

In questo progetto i bambini hanno dato spazio alla loro fantasia, arrivando a trasferire le loro emozioni in qualcosa di concreto. Con la speranza che tutto questo non venga perso e che si possa trasformare in un’attenzione alle regole e in un più coscienzioso senso civico.

Questo è un progetto davvero bellissimo perché per la sicurezza stradale il ruolo delle sanzioni è fondamentale ma, accanto ad esse, è importante anche la prevenzione, iniziando proprio dalle scuole – ha proseguito Michele Palumbo, fautore dell’iniziativa -. I giovanissimi, poi, possono svolgere un ruolo prezioso perché con entusiasmo riescono a trasmettere informazioni e messaggi su questi temi alle loro famiglie, quindi un’iniziativa come questa è importante non solo per l’educazione degli alunni, ma anche per quella degli adulti. Come polizia locale siamo al fianco di tutte le iniziative che puntano a tenere alta l’attenzione e a rafforzare una cultura condivisa del rispetto delle regole”.

 


Pubblicato il 29 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio