Cultura e Spettacoli

Quella Coppa dell’Amicizia: il segno del Bari

Non si può dire che nella sua pluricentenaria storia il Bari abbia ricompensato adeguatamente la propria tifoseria. Appena trenta i campionati disputati in A (nel corso dei quali il massimo risultato è stato un settimo posto). Ben quarantacinque invece le partecipazioni alla serie B, risultato che colloca il sodalizio biancorosso terzo in questa speciale graduatoria. Quanto alla Coppa Italia, a parte tre semifinali non c’è stato altro. Nessuna partecipazione a Coppa delle Fiere e tornei UEFA. In altri ambiti internazionali, invece, il Bari è riuscito persino ad affermarsi. Nel 1990 i biancorossi, battendo in finale il Genoa per 1-0 conquistarono la Mitropa Cup, la più antica competizione europea (la prima edizione fu disputata nel 1927, l’ultima nel 1972). Si vuole che quel successo sia stato l’unico del Bari in campo internazionale. Non è esatto. Sulla carta sarebbe il secondo. Facciamo un passo indietro di trent’anni. Nel 1960 si disputava la seconda edizione della Coppa dell’Amicizia italo-francese 1960, una manifestazione amichevole estiva organizzata dalle leghe calcistiche di Italia e Francia. Le gare d’andata si giocarono il 12 giugno, mentre quelle di ritorno vennero disputate il 19 dello stesso mese. Quell’edizione del torneo vide la partecipazione di sedici squadre di club per nazione. Tra queste sedici c’era anche il Bari, quell’anno reduce dal tredicesimo posto in serie A. Poiché la vittoria non andava ad una singola squadra, bensì alla lega nazionale che otteneva più punti (ad imporsi fu la nostra Lega Nazionali Professionisti, più comunemente nota come Lega Calcio), il Bari contribuì al successo italiano misurandosi con il Valenciennes, che superò in casa per 3-1 dopo aver perso all’andata per 4-2. Restando ai tornei internazionali, il Bari nel 1970 prese parte alla decima edizione della Coppa delle Alpi, torneo che quell’anno metteva a confronto quattro squadre elvetiche ed altrettante italiane (col Bari il nostro paese era rappresentato da Fiorentina, Sampdoria e Lazio). Tre anni dopo partecipò al Torneo Anglo-Italiano in compagnia di sette altre squadre italiane (Fiorentina, Lazio, Verona, Bologna, Como, Roma, Torino). Nell’immagine, Carlo Perrone supera il portiere genoano siglando il gol che assegnerà al Bari la Mitropa Cup. Era il 21 maggio 1990. Fu quella l’ultima partita disputata dal Bari sul glorioso terreno del Della Vittoria. La stessa partita avrebbe dovuto inaugurare l’appena eretto Stadio San Nicola, ma – si dice – incomprensioni tra la famiglia Matarrese e il Comune di Bari fecero sì che l’inaugurazione dell’impianto disegnato da Piano per gli imminenti Mondiali venisse differita al 3 giugno. Nella circostanza il Bari superò il Milan per 2-0 con reti di Monelli e Scarafoni.

Italo Interesse

 


Pubblicato il 19 Luglio 2017

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio