Dorme-col-bimbo
30 Luglio 2020
Punta Perotti, il parco ‘della legalità’ nato male e finito peggio
30 Luglio 2020

Quella di Brindisi ‘sta come torre’…

Dal 5 al 30 agosto a Vieste, Trani, Polignano a Mare, Brindisi, Tricase Porto e Taranto, sarà allestita ‘Sta come torre’, una mostra dalle caratteristiche insolite per il fatto di rifarsi all’antico sistema di fortificazione costiera messo a punto nel Cinquecento dagli Spagnoli allo scopo di difendere le coste orientali del Regno di Napoli, le più esposte alla minaccia turca : Sei ‘punti elevati’ saranno presidiati da un artista, che vi presenta sue opere. Allo stesso modo in cui i soldati che presidiavano quelle antiche postazioni di guardia trasmettevano alle torri vicine la triste nuova di navi nemiche all’orizzonte con messaggi di fumo (o di fuoco, la notte), gli artisti di ‘guardia’ espongono opere che sono l’ideale ‘prosecuzione artistica’ delle opere delle torri ‘trasmittenti’. Ogni torre si fa così cassa di risonanza di un messaggio artistico che percorre lo ‘schieramento’ in un verso e l’altro senza mai fermarsi… ‘Sta come torre’ ricava il nome dal fatto che tra i sei punti elevati è stato scelto il Monumento al Marinaio che svetta a Brindisi. Si tratta di una struttura a forma di timone alta circa 53 metri realizzata per commemorare i circa 6.000 marinai italiani caduti in occasione della Grande Guerra. L’opera reca le firme dell’architetto Luigi Brunati e dello scultore Amerigo Bartoli, i quali pensarono di battezzare il loro progetto ‘Sta come torre’…. I lavori per la realizzazione durarono un anno, dal 28 ottobre 1932 all’ottobre del 1933, con un costo finale di 2.300.000 lire dell’epoca. L’inaugurazione avvenne il 4 novembre 1933. Il Monumento al Marinaio di Brindisi presenta alla base una cripta-sacrario a forma di scafo rovesciato e disegnato con archi a ogiva ; sull’altare è collocata la statua della Vergine ‘Stella del Mare’. Su marmi di colore nero negli archi ai lati dell’ingresso al Sacrario sono riportati i nomi dei marinai della Regia Marina Militare e della Regia Marina Mercantile caduti dall’Unità d’Italia sino alla data di inaugurazione del Monumento. Su altri quattro marmi bianchi posti sulle ultime quattro colonne del corridoio principale sono riportati i nominativi delle Medaglie d’Oro alla Memoria della Prima e della Seconda Guerra Mondiale : su marmi infissi negli archi che avvolgono l’altare sono incisi per tipo di unità i numeri dei marinai suddivisi per grado caduti nella seconda guerra mondiale. Sul lato del porto, a destra e a sinistra del timone, sono presenti alti muraglioni che riproducono le murate di una nave, accessibili da due ampie scale simmetriche che si inerpicano ai lati della cripta. Il monumento, gestito oggi dal comune di Brindisi, è visitabile ; vi si accede dal piazzale retrostante il porto, nel quartiere Casale. Dall’interno è possibile ascendere al punto più alto sia tramite una scala elicoidale, sia attraverso un ascensore. Dalla sommità del monumento la vista è vertiginosa.

 

 

Italo Interesse

 

 

 

 

 192 total views,  4 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *