Cultura e Spettacoli

Regio Tratturo, quasi una via Francigena

Sabato a Masseria Dirupo, nel territorio di Noci, la prof.ssa Bianca Traversa inaugurerà ‘Il mio Regio Tratturo’, di Franco Giacopino

Chiamato anche Tratturo del Re o Tratturo Magno, il Regio Tratturo l’Aquila-Foggia con i suoi 244 km è il più importante dei tanti percorsi di transumanza che ancora nell’ultimo dopoguerra attraversavano l’Italia meridionale. Noto già dal VII sec. a. C., tale asse viario venne ‘consolidato’ in epoca aragonese nella seconda metà del Quattrocento. Una volta istituzionalizzato il luogo di partenza, cioè il largo antistante  la Basilica di Santa Maria di Collemaggio all’Aquila, fu istituita la ‘Regia Dogana della mena delle pecore’ con sede prima a Lucera e dopo a Foggia, dove nei presi della Chiesa delle Croci il tratturo aveva termine . La Dogana venne poi abolita nel 1806. Con l’avvento dell’era industriale, lo scemare del fenomeno della transumanza segnò il declino del tratturo Magno. Negli ultimi anni del secolo scorso, tuttavia, la rivalutazione di questa pagina di storia ha prodotto la riconversione del glorioso tratturo in percorso ciclo-ippo-pedonale. Per cui sono molti ora i cultori del Regio Tratturo, camminatori instancabili e curiosi delle tantissime testimonianze di quel costume remotissimo : capanni, recinti, ricoveri, chiesette, fortificazioni… Quasi una laica via Francigena, il Tratturo del Re continua ad ispirare poeti, scrittori, saggisti, video maker e fotografi. A quest’ultima categoria appartiene Franco Giacopino. Barese classe ’51, Giacopino ha iniziato il proprio percorso artistico dedicandosi dapprima alla pittura e alla grafica, per poi approdare alla fotografia e al video. Spicca nella sua vasta produzione un’opera del 2017 : ‘Il Mio Regio Tratturo’, un album fotografico corredato da un video-racconto nato da appunti di viaggio raccolti percorrendo la grande via della transumanza.  Chi ne abbia curiosità potrà soddisfarla sabato prossimo 18 maggio alle 18:00 in quel di Masseria Dirupo, nel territorio di Noci. Nell’ambito della rassegna ‘Le pietre parlano’ a cura di Concetta Antonelli e Michele Agostinelli, la Prof.ssa Bianca Traversa inaugurerà ‘Il mio Regio Tratturo’. Ma in programma è qualcosa di più della presentazione di un libro, dell’esposizione di foto e della proiezione di un video. Giacopino, infatti, darà vita anche ad una performance : vestito da pastore, accoglierà gli intervenuti (l’ingresso è libero) per condurli nella saletta riservata agli eventi, dove avrà luogo la proiezione del video e dove sarà possibile prendere visione di una parte degli innumerevoli scatti nati da questa sorta di pellegrinaggio consumato fra gli avanzi della civiltà contadina legati all’esercizio della transumanza. A seguire, la conversazione con Bianca Traversa. L’esposizione sarà visitabile sino a venerdì 31 maggio tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 prenotandosi al 3297464564.

Italo Interesse

 


Pubblicato il 15 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio