L’ex Fabio Lupo:“Quest’anno il Bari ha una marcia in più con mister Auteri”
15 Ottobre 2020
L’esercito dei ‘peccatori’
16 Ottobre 2020

Romairone: “Grande alchimia con l’allenatore e la società”

Quando la società è presente tutto il resto viene molto più facile, dalla comunicazione con i media, alla progettualità, scelta di un tecnico esperto ed i giocatori, da Celiento a Montalto che hanno preferito Bari ad altre piazze, o lo stesso Antenucci dallo scorso anno, diventato capocannoniere e che si sta confermando con un rendimento da top player. Ieri, sempre da remoto oramai in tempi di Covid19, la Ssc Bari ha messo a disposizione della stampa il direttore sportivo, Giancarlo Romairone il quale ha parlato delle tematiche in casa Bari e tracciato il punto dopo quattro giornate. Il diesse ha esordito ringraziando il presidente e la società: “Sono soddisfatto del mercato. Ringrazio la proprietà che mi ha messo nelle condizioni migliori di svolgere il mio mestiere. La squadra costruita è competitiva, con calciatore con varie caratteristiche e di valore e soprattutto una grande sinergia tra loro, tra vecchi e nuovi”. Il dirigente è poi entrato nel dettaglio delle operazioni perché all’inizio si era parlato di qualche ‘ritocchino’: “Inizialmente si pensava di apportare qualche correzione mirata, sia per le caratteristiche del gioco del mister, sia per portare una ventata di freschezza. Poi nella realtà in ritiro si sono evidenziate altre cose: alcuni che erano sul mercato hanno dimostrato di avere il giusto profilo. Mentre altri hanno mostrato delle difficoltà. Quindi abbiamo valutato alcune cose in più da operare. E’ stato un mercato difficilissimo ed alcune operazioni complicatissime sono andate in porto agevolmente o quasi, ed ora c’è la cosiddetta quadratura del cerchio”. La notizia da mercoledì che circola è del reintegro di Zaccaria Hamlili ed il diesse lo ha ufficializzato a tutti gli effetti: “La sua è stata una verifica a livello tecnico-tattico. I giocatori oggi a centrocampo sono di grande impatto fisico, la valutazione su Hamlili è dunque stata soltanto per non chiudere il calciatore. Ci sono state delle incomprensioni. Avevo portato ottime soluzioni per Hamlili ma non sono state valutate attentamente. Siccome è un ragazzo serio gli ho presentato la possibilità di reintegro. Non è cambiata la valutazione, ma è giusto dare un segnale che non esiste alcuna preclusione. Oggi lui è dentro come gli altri. E’ uno spunto di riflessione per terzi affinché non ci siano pre-concetti”. Su Esposito, invece, tagliato dalla rosa, possibile si accasi in serie D nel girone H, e vada in prestito. Invece, su Simone Simeri il ds ha annunciato a giorni il prolungamento del contratto: “Assolutamente era già in previsione da almeno un mese. Si era già parlato con lui ed il suo agente c’è, nei prossimi giorni verrà sancito un accordo molto soddisfacente”. Il dirigente biancorosso ha toccato anche altri temi riguardante il mercato: “Flory? Una società che voglia fare un campionato importante deve guardare a tutto. Tre portieri di livello più Liso che sta meritando. Celiento è stata una bellissima operazione, lui ha avuto gran voglia di venire da noi. C’è stato un momento di attrito fra le società ma con lui ed il suo entourage mai, anzi erano talmente convinti che ci hanno spinto a non mollare anche quando era sorta qualche difficoltà. Lollo e Montalto? Sono ragazzi di grande interesse. Lollo l’ho avuto con me in passato, non posso augurarmi ogni bene da lui ed è ancora un lontano parente del giocatore da me conosciuto. Montalto è stato inseguito all’ultimo: serviva un calciatore di peso, sembrava destinato a rimanere a Cremona o ad andare in altre società, mi ha colpito il fatto che abbia messo Bari in cima. Aveva tante soluzioni ed invece ha aspettato noi. E’ un ragazzo con grandi doti fisiche ed atletiche e potrà fare la differenza”. Sulla massima sinergia con il tecnico: “L’influenza di Auteri sulle scelte è importante ma il feeling con il tecnico è instaurato è ottimo. Ci ha portato a valutare ogni dettaglio ed abbiam o preso giocatori funzionali al suo modulo e disegno tattico”. (Ph. Tess Lapedota)

Marco Iusco

 

 252 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *