Mele non abbandonò Sant’Agata
15 Febbraio 2020
“Nessun accordo post-elettorale. Chi vince governa la Puglia”
15 Febbraio 2020

San Girolamo: dal ‘waterfront’ uno specchio d’acqua ai canoisti

Non fa niente che dopo le mareggiate resti un tappeto di pietre, sporcizia e alghe che hanno già ridotto il nuovo lungomare di San Girolamo a vecchio arnese che fa pena solo a guardarlo. E non fa niente che in molte aree del quartiere rimasto indifferente a quest’opera-mostro tanto voluta da Decaro e soci, a causa d’un cantiere in molte parti ancora ‘in corso’, la viabilità faccia pietà. Beh, per gli amministratori comunali il nuovo ‘waterfront’ di San Girolamo è sempre motivo di feste, passaggi di bande e merletti o parate. L’altro ieri, difatti, gli assessori allo Sviluppo Economico, Carla Palone, e allo Sport e Ambiente, Pietro Petruzzelli, insieme ai tecnici della ripartizione Sviluppo economico e al presidente del Centro Universitario Sportivo di Bari, Antonio Prezioso, hanno effettuato un sopralluogo sulla piastra del waterfront di San Girolamo per verificare lo stato della struttura in vista dell’imminente pubblicazione degli avvisi finalizzati all’assegnazione dei locali. Una mezza dozzina in tutto. I locali sono destinati ad accogliere attività di ristorazione per il tempo libero dei baresi e attività sportive legate al mare, tra cui quelle promosse dal Centro Universitario Sportivo di Bari. Dove, bisogna ricordarlo, da quando accidentalmente perse la vita un canoista, gli spazi abitualmente dedicati agli allenamenti quotidiani dei giovani atleti dediti al canottaggio, si sono ridotto sensibilmente. Ed è dunque da tempo che il Cus Bari ha bussato alla porta del Comune per allargare gli spazi a sua disposizione. “Abbiamo voluto verificare le condizioni dei locali, che nelle prossime settimane saranno oggetto di un bando per l’assegnazione in vista dell’avvio della stagione estiva – ha commentato Carla Palone – Gli avvisi sono quasi pronti e consentiranno di destinare al ‘food’ e allo sport gli spazi disponibili. Stiamo lavorando con l’obiettivo di animare questo importante spazio pubblico per offrire alla comunità dei residenti e a tutti coloro i quali sceglieranno di trascorrere il loro tempo libero sul lungomare a nord della città un luogo bello e attrezzato per le diverse esigenze”. E non è tutto. “Lo sport è prezioso per occupare e presidiare gli spazi pubblici – ha dichiarato Pietro Petruzzelli – e il waterfront di San Girolamo, che sin dalla sua realizzazione è stato oggetto di ripetuti atti vandalici,  è il luogo ideale per praticare diverse discipline nautiche. Uno dei locali disponibili sarà gestito in base ad un accordo tra enti, il Comune di Bari e l’Università, che condividono l’obiettivo della promozione dello sport come elemento di benessere e di coesione sociale, mentre i restanti saranno oggetto di un bando per l’assegnazione a società e associazioni sportive locali”.

 

Antonio De Luigi

 395 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *