Il male dentro, il male fuori
30 Ottobre 2018
Quella “bomba ecologica” nel Policlinico
30 Ottobre 2018

San Marcello, altro che riqualificazione: “…qua proliferano discariche e abbandono”

Nelle promesse che spiccavano tra le pagine dei roboanti programmi sventolati prima delle scorse elezioni amministrative dal sindaco Antonio Decaro, primavera-estate 2014, l’area a ridosso della parrocchia San Marcello doveva rinascere grazie agli interventi di riqualificazione dell’intero quartiere. E invece torna ciclicamente a galla a causa di impianti sportivi terra di conquista per gli abusivi, eliminazione sistematica del verde pubblico e, infine, per vere e proprie discariche a cielo aperto. Come quella in via Giustino Fortunato, appunto alle spalle della chiesa di san Marcello. Tra le case popolari di via Giustino Fortunato, dunque, proprio alle spalle della vivissima e centralissima chiesa di san Marcello – punto nevralgico del quartiere Carrassi/San Pasquale – tra campus universitario, scuole e attività commerciali, da parecchio tempo persiste una vera e propria discarica a cielo aperto. “Materassi, cartoni, vetri, rifiuti di vario genere…perfino una vasca da bagno idromassaggio risultano abbandonati in uno dei piccoli ritagli di verde presenti nei pressi della palazzina D/2 da settimane, nell’assoluta incuranza da parte dell’Azienda municipalizzata all’Igiene Urbana. Tutto ciò è veramente assurdo!” – denuncia in una nota <<Sos Città>>. “La cosa che indigna di più è che questa discarica si trova proprio davanti ai contenitori dell’indifferenziato che ogni notte vengono svuotati dagli operatori Amiu. Perchè non intervengono? Perchè aspettare che si creino delle vere e proprie discariche a discapito di quei poveri cittadini che lì vivono? È una vergogna tutto questo menefreghismo.” Non basta, quindi, guardare la foto allegata a questo articolo per capire come alle condizioni di pessima igiene dell’ambiente, si aggiungono le pietose condizioni del manto stradale, pieno di buche e di avvallamenti, e dei marciapiedi. “”Vere e proprie montagne rosse da percorrere tra radici degli alberi e mattonelle mancanti” – prosegue Sos Città. Insomma, la pubblica amministrazione è completamente assente, tanto da convincere residenti e comitati a tornare daccapo in campo contro le condizioni di degrado della zona. Scontata la richiesta all’Amiu d’un immediato intervento di pulizia, e al sindaco Antonio Decaro, di concerto con l’Arca Puglia, d’un vero e proprio intervento di manutenzione “straordinaria di strade e marciapiedi”. Al fine, inutile dirlo, di restituire dignità a una piccola realtà del quartiere Carrassi, da troppo tempo dimenticata nonostante promesse, impegni e proclami pre-elettorali.

 

Antonio De Luigi

 658 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *