Via Caduti Partigiani: “…qua ci scappa la tragedia”
23 Ottobre 2009
V^ Edizione Festival del Cortometraggio Scolastico “Corti a Scuola”
24 Ottobre 2009

Sede della giustizia: “Signor Sindaco, ci spiega cos’ha in mente?”

Che altro. In effetti da tempo  tutte le espressioni della Avvocatura, dall’Ordine alle Associazioni forensi e la stessa Magistratura associata (A.N.M.) sostengono la necessità di un accorpamento degli uffici. Una struttura ‘adeguata’, dicono gli avvocati baresi, ribadendo che le scelte urbanistiche competono alla politica. Giusto, ma che fa la politica, in questo caso il Sindaco e la Giunta Comunale di Bari? Niente. Invece la Camera Penale barese ha appreso, dalla stampa, la notizia di un possibile trasferimento degli uffici di Procura (non è chiaro se unitamente agli uffici GIP-GUP del Tribunale) in altro posto. Pare nei pressi di via Amendola. “E’ evidente a tutti la situazione della sede di via Nazariantz, la cui inidoneità  sin dall’inizio denunziata dalla nostra Camera Penale, è stata ormai dichiarata, sia dalla Autorità giudiziaria che da quella amministrativa, tanto che la competente autorità comunale, prima della scorsa estate, ha posto il divieto di tenere le udienze mancandone i requisiti urbanistici e di sicurezza”, scrive in un comunicato il Presidente della camera Penale, Egidio Sarno. Per dire che in questa situazione, l’ipotesi di un trasferimento parziale degli uffici, presumibilmente sollecitata per non meglio precisati motivi di sicurezza pubblica, creerebbe una situazione a dir poco grottesca. Motivo? “Così si aggraverebbe ulteriormente l’attuale smembramento sul territorio”. Tutto ciò, oltre che contraddire apertamente quanto sino ad oggi sostenuto dalle autorità comunali sul mantenimento delle sedi nell’ambito del quartiere Libertà, finirebbe con il rinviare ‘sine die’ la soluzione definitiva da sempre auspicata nell’interesse dei cittadini e di tutti gli utenti del servizio giustizia, spiega ancora Sarno. Ecco perché la Camera Penale ha richiesto al Comune di conoscere eventuali proposte o iniziative in corso. Le dichiarazioni del sindaco, come sempre, vanno a ruota libera e sembrano evidenziare iniziative già avviate, senza interloquire con operatori giudiziari ed avvocatura, la componente più numerosa. Ecco perché per la prossima settimana e precisamente per il giorno 28 ottobre a mezzogiorno, l’assemblea straordinaria dei penalisti aperta a tutte le associazioni forensi, ai magistrati ed al personale amministrativo, ha invitato Sindaco e rappresentanti dell’amministrazione comunale e dei partiti politici presenti nel Consiglio comunale, al fine di avviare un confronto. Sì, insomma, un dibattito finalizzato a trovare una volta per tutte una soluzione definitiva per l’edilizia giudiziaria a Bari, dopo trent’anni, come si diceva all’inizio, di chiacchiere, bluff e proposte ridicole.

 2,436 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *