Visite e consulti medici in remoto per monitorare i pazienti Covid a casa
4 Maggio 2021
Il Comune conferma l’irrilevanza dei suoi organi di decentramento
4 Maggio 2021

Sede unica della giustizia: ‘lavori in corso’ … da oltre trent’anni

Strategie, impegni e promesse condite da parole belle e altrettanto belle interviste sui giornali, abbondano sulla piaga sede unica della giustizia a Bari. Ma la piaga non si sana anche se la ministra alla Giustizia Cartabia segue più piste. Innanzitutto l’allargamento degli invivibili uffici della giustizia penale e, contemporaneamente, un ‘antidoto’ definitivo ai mali dell’edilizia giudiziaria barese che hanno comportato, come ricordano tutti, la vergogna delle tende da udienza con lo stemma della Protezione Civile. Tende tipo terremotati che ha costretto il Ministero a uscire allo scoperto, per il raggiungimento dell’obiettivo trasloco delle sedi giudiziarie non a norma e fuori legge. Così, in una intervista recente alla Gazzetta/Bari, il Sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto ha spiegato: “Stiamo valutando la possibilità della torre che è a fianco alla nuova sede di via Dioguardi: quindici piani in cui, con una opportuna suddivisione, sarà possibile, con ottime probabilità, allocare non solo l’attuale Procura e gli uffici del Tribunale ma anche il Tribunale di Sorveglianza, la Corte di assise e, auspicabilmente, la polizia giudiziaria. Ma soprattutto aule capaci di garantire un dignitoso esercizio della giurisdizione. Si è già provveduto a inviare ai capi degli uffici una nota con cui vengono scandite le procedure con scadenze vicinissime, poi si procederà alle indagini di mercato per verificare l’esistenza di altre ipotesi idonee allo scopo”. Quanto al Parco della Giustizia all’interno delle ex caserme ‘Capozzi’ e ‘Milano’, per Sisto sarebbe “inaccettabile un cronoprogramma che, come l’Agenzia del Demanio ha ipotizzato, consegni il solo primo lotto alla città addirittura a fine 2028. Qualcosa va rivisto e migliorato. Ho incontrato gli esponenti dell’Agenzia del Demanio per cercare di capire di più. Anche la nomina di un commissario è oggetto di approfondimento. È un work in progress (tradotto lavori in corso) senza soste”. Un dispiegamento di finanziamenti e lavori che si dipana sulla nostra città da più di trent’anni, che ministro siano Sorice, Orlando o Bonafede -come abbiamo già evidenziato su queste colonne –  senza preoccuparsi troppo di giudici e operatori della giustizia baresi, costretti a lavorare tra mura cadenti, topi in libertà e rattoppi vari, mali endemici nello spinoso argomento sede unica della giustizia a Bari. Perfino l’algido presidente dell’ordine degli avvocati Giovanni Stefanì ha perso le staffe, non più di qualche settimana fa, infuriato dopo aver scoperto che, stando al crono-programma studiato da ministero della Giustizia e provveditorato delle OOPP, il primo lotto della nuova cittadella sarà consegnato …nel 2028! Ora, però, che l’onorevole Sisto sembra aver seguito il suggerimento del primo cittadino barese di evitare polemiche, calmare i bollenti spiriti e di impegnarsi sodo per restituire a questa città “...la dignità di un palazzo di giustizia che attende da molti anni”, anche i consiglieri comunali sono usciti dal letargo. E, allo scopo di prevenire ogni ‘elemento ostativo’ alla realizzazione dell’opera, hanno rivolto la loro attenzione al numero di alberi antichi (perlopiù pini e faggi) all’interno di quelle ex casermette (costruite in piena periferia quando scoppiò l’ultimo conflitto mondiale, nel 1940) tra via Fanelli e via Alberotanza. E così a fine marzo in Consiglio Comunale, all’unanimità, è stato approvato un Ordine del Giorno sottoscritto in prima battuta da Antonio Ciaula e Filippo Melchiorre che impegna Sindaco Decaro e Dirigente del Servizio Giardini (ma soprattutto il Provveditorato alle Opere Pubbliche, ente proprietario del sito ormai inghiottito da smog, traffico e cemento) all’effettivo ‘censimento degli alberi secolari’ nell’ex area militare. Così come prevede la legge in materia di sviluppo degli spazi verdi urbani…

Francesco De Martino

 235 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *