Sport

“Servirà una grande gara e tornare al gol”

SSC Bari, mister Iachini suona la carica in vista della gara con il Modena

Una doppia “mission” per il Bari targato Beppe Iachini nel giorno di Pasquetta sono chiamati a rispondere al fuoco nemico delle avversarie dirette concorrenti e soprattutto a battere il Modena di mister Bianco. Una vittoria che in trasferta manca da fine ottobre mentre in campionato da ben cinque partite, nello specifico dalle prime due gare del terzo tecnico stagionale per i pugliesi. Il tecnico però questa volta ha parlato venerdì, sabato la squadra è rimasta concentrata sul lavoro e dopo il pranzo di pasqua domani tutti assieme partiranno alla volta di Modena per poi scendere in campo lunedì Primo Aprile alle ore 14 allo stadio “Braglia”. Iachini ieri ha esordito partendo da una battuta sul Modena: “Giocano insieme e si conoscono dal ritiro. Trattasi di una squadra pericolosa con giocatori importanti e mi aspetto un grande partita ed il ritorno al gol che è mancato nelle ultime cinque partite”. Numeri impietosi dell’attacco in questa stagione a livello complessivo ma Iachini, un guerriero anche da giocatore non si arrende ed ha proseguito: “Quando un allenatore vuole sempre vincere e guardare avanti ed è quel che faccio. Ho notato durante la sosta passi di crescita e la possibilità di rimediare ad alcuni errori commessi in partita. ora è il momento di fare girare la ruota dalla nostra parte e mi aspetto una squadra solida, compatta e con personalità, capace di prendere in mano la partita”. Un Bari infatti capace di fare possesso anche contro la Samp solo che non è bastato: “Io ho visto passo avanti di tutti. Dopo la partita con la Samp c’è stato grande rammarico perché avremmo meritato la vittoria ed invece abbiamo perso. In molti non hanno dormito per qualche notte ma la sfida mi ha destato impressioni positive, oltre il mero risultato”.  Tre i giovani della Primavera che saranno aggregati, dal trequartista offensivo Colangiuli, ed anche Dachille Natuzzi. Inevitabile nella conferenza stampa non parlare di Aramu e Menez, con quest’ultimo che ha rescisso consensualmente in settimana. “Menez non migliorava e parlando con la società si è provato a recuperare Aramu, fuori lista dal 31 gennaio. Aramu è con noi da una settimana e ci ho parlato. Da lui ci aspettiamo una partecipazione importante e valuteremo quando sarà disponibile per giocare da subito. Di sicuro possiamo contare su una freccia in più. Con melene ci siamo salutati. Ma quando un calciatore arriva al campo e passa più tempo sul lettino con serietà, si è presa la decisione più saggia”. Per Diaw rimasto si spera in un suo pronto rientro ma la situazione della punta ex Modena va monitorata: “L’augurio è quello di poter contare su di lui in questo sprint finale. Viaggiamo però a vista e centelliniamolo perché deve crescere di condizione. Dovrebbe rientrare tra i convocati”. Il tecnico marchigiano ha rilanciato Morachioli titolare nelle ultime gare ed auspica perché lo ha scorto in allenamento in un ritorno anche di Puscas: “Puscas è tornato bene. Lavoreremo in questi restanti giorni per portarlo in fretta nella migliore forma. Quando sono arrivato stava a Orio (ridendo, ndr9 adesso è il giocatore dei nostri che calcia di più verso la porta avversaria. Ovvio anche che bisogna buttarla dentro”. Insomma una squadra più cinica e che sbagli meno possibile. La guida infine non ha escluso che si potrà assistere ad un Bari che ritorni al suo abito tattico originario: “Abbiamo lavorato su tutti gli aspetti, sia sulla difesa a quattro sia su quella a tre. Siamo partiti con il 4-3-1-2 calciando meno in porta nelle prime due gare disputate e facendo meno possesso. Stiamo in crescita e con la Samp non abbiamo concesso che un unico tiro da situazione evitabile. A Venezia due delle tre da palle inattive e Catanzaro su punizio0ne magistrale. Abbiamo pertanto ampi margini di crescita e non sbagliare l’ultima scelta”. La probabile formazione del Bari che sarà opposta al Modena, potrebbe vedere il 3-4-1-2 con Brenn tra i pali; terzetto difensivo composto da Pucino, capitan Di Cesare e Vicari con i due quinti Dorval e Ricci; mediana con Benali e Maita nel ruolo di mezzala e Sibilli rifinitore a supporto di Morachioli e Puscas. Arbitrerà il match i  signor Kevin Bonacina di Bergamo. (Ph. Tess Lapedota).

 

M.I.

 

 


Pubblicato il 30 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio