E ora Vendola mette sotto osservazione chi ha esaminato i dirigenti
19 Maggio 2015
I delitti delle persone (maschere) normali
20 Maggio 2015

Si pensa a Syam Ben Youssef, l’erede di Diego Polenta

Primi movimenti di mercato ed in attesa dell’apertura del calciomercato, il Bari ha iniziato a sondare e scandagliare tutte le possibili opportunità che rafforzerebbero la squadra di Davide Nicola, il quale a chiari lettere ha chiesto rinforzi in ogni reparto per essere competitivi. Quasi certa sarà la promozione dei baby Castrovilli e Scalera in prima squadra con la cessione di qualche big, Sabelli è quello con maggiori richieste da club della massima serie. Il consulente di mercato, Razvan Zamfir, ha puntato le sue attenzioni sul roccioso difensore centrale che milita nell’Astra Giurgiu, Syan Ben Youssef, classe ‘89. Il giovane difensore è stato accostato anche al Chievo Verona, e qualora dovesse giungere nel capoluogo pugliese sarebbe il secondo rinforzo dopo l’altro galletto Ionut Rada, che ha raccolto qualche presenza, altalenando prestazioni positive ad altre meno brillanti e la sua permanenza è tutta da verificare.   

L’altra notizia meno positiva è l’infortunio del difensore, Simone Benedetti, prelevato dal Cagliari, assente già dal match contro il Brescia. Il giocatore si è sottoposto nella giornata di ieri ad un intervento chirurgico di pulizia e regolarizzazione del menisco interno del ginocchio destro. L’operazione è stata brillantemente condotta dal professor Moretti presso il Policlinico di Bari, non ha registrato intoppi.  Benedetti, lamentava oramai da mesi dolori al ginocchio, e potrà ritornare a correre con cautela fra dieci giorni circa, non prima di un periodo di fisioterapia. La sua stagione comunque in quel di Bari è da considerarsi conclusa perché farà rientro a Cagliari, che giocherà la prossima stagione nella serie cadetta, e si prospetta molto agguerrita alla luce delle avversarie che ci saranno.

Marco Iusco

 

 

 939 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *