Erogazione contributi alle società sportive: qualcosa non quadra
12 gennaio 2018
E’ Cavone il neo presidente dell’aula “Dalfino”
12 gennaio 2018

Siamo alle solite: buio, abbandono e sporcizia al rione Libertà

Su Piazza Risorgimento e dintorni non sorge più il sole… o meglio, l’illuminazione pubblica da giorni lascia una bella fetta centrale del rione Libertà in preda a buio e abbandono più totale. L’amministrazione comunale continua a imbellettare le vie del centro, a fare e rifare lavori di sventramento delle strade cittadine e relative riverniciature di segnali orizzontali che, dopo poche settimane, non esistono già più rivelando infine, nei fatti, per l’ennesima volta d’aver fallito nel quartiere dove prometteva riqualificazione al posto del degrado urbano. Siamo nel rione Libertà e nella via Manzoni, un tempo via-cuore pulsante del commercio barese, i negozi continuano a far fatica e molte sono le saracinesche abbassate dando luogo ad un’atmosfera di inesorabile deserto metropolitano frequentato dalla microcriminalità dedita allo spaccio e al contrabbando di ogni tipo di prodotto illegale. “Il presidente del Municipio sembra ormai essersi dimenticato dei cittadini residenti e della loro sicurezza ignorando la possibilità di un presidio fisso di Polizia nella monumentale piazza Risorgimento come succedeva nell’Amministrazione precedente quando c’erano forze dell’ordine presenti e attive a svolgere normalmente il proprio lavoro di controllo dell’area.” denuncia il vice coordinatore cittadino di Forza Italia, Dino Tartarino. “Ci chiediamo che fine hanno fatto tutti gli spot elettorali di ricrescita e di rinascita di questo quartiere che è costretto a vivere di stenti, anzi a sopravvivere. La piazza è sempre in declino, la fontana è poco curata, le aiuole non vengono pulite, le luci sono spente da giorni…persino la postazione del “bike sarin” è diventato un povero reperto archeologico. Il sindaco dovrebbe assumersene la responsabilità e riprendere in mano il progetto di riqualificazione della stessa!” conclude Tartarino. Ma restiamo nel quartiere Libertà dove, in Corso Giuseppe Mazzini, manca addirittura l’intervento dell’Azienda all’Igiene Urbana (Amiu) per quanto riguarda lo svuotamento dei raccoglitori riservati alla raccolta dei bisogni degli animali trovati completamente pieni e traboccanti di deiezioni sparsi sul marciapiede. “Questa situazione è la dimostrazione lampante che i cittadini baresi, accusati troppo spesso di inettitudine e inosservanza delle regole, invece percepiscono e rispettano il regolamento che dovrebbe rendere più civile la città di Bari, l’ambiente e la stessa città, ma se non c’è un adeguato impegno da parte dell’amministrazione nel garantire a sua volta il decoro e la pulizia della città, allora non si va da nessuna parte”. incalza Danilo Cancellaro, coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani Bari. “È troppo semplice prendersela sempre con i cittadini, accusati di essere sciatti e sporcaccioni”, conclude lo stesso Cancellaro. Ah, se qualche baldo amministratore dell’ex Ottava Circoscrizione o dell’attuale Comune di Bari si degnasse di farsi un bel giro dalle parti di via Manzoni, piazza Risorgimento e relativi dintorni…

 

Antonio De Luigi

439 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *