Infiltrazioni dal tetto, impianto fognario fatiscente e infissi poco sicuri
13 Maggio 2022
Via libera all’assunzione di 38 infermieri a tempo indeterminato
13 Maggio 2022

“Siamo esasperati e anche demoralizzati”

“Siamo esasperati ed anche demoralizzati”: sconfortato l’avv. Mauro Gargano, presidente del Comitato Umbertino di Bari allarga le braccia dopo l’ennesimo episodio di mala movida quando per la festa evento organizzata da un locale è stata inspiegabilmente chiusa al traffico via Abbrescia con evidente disagio ( non finisce mai) per i residenti. Lo abbiamo intervistato.

Avv. Gargano, adesso bloccano le strade…

“E’ un fatto ormai consolidato quello che questo locale organizza. In epoca Covid tal evento è saltato, ora è ripreso. Tuttavia il problema è globale, riguarda tutto il vicinato in preda a caos e rumori”.

Hanno chiuso via Abbrescia…

“Questo locale ha una superficie coperta di pochi metri quadrati e i clienti si intrattengono sino a note fonda per la strada facendo baccano. Mi domando perché, se vogliono stare all’aria aperta non sostano in largo Adua? Che necessità c’era di bloccare una pubblica via per una festa privata?”.

Voi avete segnalato questo inconveniente al Comune molte volte…

“Ma nessuno ci considera. Evidentemente c’ è la volontà politica di far finta di nulla. Siamo esasperati e demoralizzati, cozziamo contro un muro di gomma. Il problema ovviamente non riguarda il singolo bar ma l’ intera area con oltre 60 esercizi dedicati al food e alla somministrazione di bevande. Ora pare che ne apra un altro. Basta con questa storia, il sindaco dica chiaramente come stanno le cose”.

Voi avete segnalato questo inconveniente molte volte…

“Ma senza mai avere risultati concreti, pare che noi non interessiamo a chi amministra la città. In svariate occasioni abbiamo segnalato che sia bene allocare questi esercizi in altre parti di Bari, nulla, nessuno ci ha risposto. Vuole dire che risolveremo il problema in altre sedi, ora basta”.

Pare (Gargano non conferma, ma non smentisce) che numerosi cittadini dell’Umbertino stiano raccogliendo le firme per avanzare un ricorso legale contro questa situazione. Insomma, non è da scartare che si arrivi alle carte bollate.

BV

 

 261 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *