Lavoro

Startup, quando il tempo libero diventa lavoro: Kid Pass compie 10 anni

(Adnkronos) – Kid Pass è ormai diventata un punto di riferimento – con un portale e un magazine digitale – delle famiglie con bambini che desiderano vivere esperienze di qualità, e ora taglia il traguardo dei 10 anni, contando su oltre 100mila consultazioni del sito kidpass.it ogni mese, 20mila iscritti alla newsletter, più di 20mila eventi promossi e una community che comprende 130 strutture culturali. Numeri importanti per un progetto che nel 2014 fu pioniere in Italia: nato come startup insediata nell’incubatore del Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia, Kid Pass prevedeva inizialmente un sito e una app, ideati dai soci che avevano constatato in prima persona la necessità di avere un punto di riferimento che permettesse di individuare e scegliere proposte di qualità per il tempo fuori casa vissuto dagli adulti assieme ai bimbi. Fu il primo portale e il primo marchio italiano nel suo genere. Il motore è sempre stata la fondatrice, Marianna Vianello, una giovane donna che, dopo la nascita dei figli, ha scelto di diventare imprenditrice affidandosi al proprio sogno e all’esigenza, come genitore, di avere un punto di riferimento per trascorrere il tempo libero con i bambini identificando luoghi e attività interessanti per i più piccoli ma anche per gli adulti. “Organizzare il tempo libero dei bambini – spiega Marianna Vianello – per un genitore è un piccolo grande lavoro. Dieci anni fa, quando ho avviato il progetto Kid Pass, non esistevano portali o servizi specifici che aggregassero e geolocalizzassero le iniziative per le famiglie, e anche le proposte erano molte meno rispetto ad oggi". "Kid Pass invece – sottolinea – proponeva una selezione in base alla qualità, con una visibilità delle proposte per regioni, e per questo è piaciuto subito. Fin dall’inizio Kid Pass si è occupato del tempo fuori casa con i più piccoli a 360 gradi, dai viaggi alla vita quotidiana in città, così come del tempo libero, innescando una vera e propria rivoluzione culturale: ha coltivato infatti l’idea che uscire con i bambini non sia una 'fatica', bensì un’opportunità anche per gli adulti, come ci raccontano i nostri autori e ci confermano gli utenti. Sapere quali sono i luoghi e gli eventi dove si è facilitati se si hanno dei bambini al seguito, dove anche per loro si possano trovare proposte di valore, migliora la qualità del tempo passato da noi adulti con i nostri figli”. Nel 2023 al portale si è aggiunto anche il magazine trimestrale digitale, i podcast di storie regionali e dal 2024 una ricca programmazione di appuntamenti in live streaming su YouTube. Dal periodo della pandemia, inoltre, è disponibile una piattaforma di e-learning per il tempo libero dei bambini da 4 a 13 anni con un e-commerce di corsi e attività creative online fruibili sia con abbonamento sia con voucher da regalare. Parallelamente, è stata avviata anche un'intensa attività di ideazione e promozione di eventi di edutainment di alto livello, costruendo un circuito di cultura a misura di bambino con adesioni eccellenti da nord a sud, con l’impegno di promuovere le attività che avvicinano i piccoli e i grandi all’arte, alle scienze, alla storia, alla lettura, allo sport e al benessere, all’ecologia e all’interculturalità. In particolare, sono entrati nell'agenda delle famiglie due appuntamenti annuali nei musei e luoghi di cultura del Paese: i Kid Pass Days (quest’anno alla decima edizione e programmati per sabato 11 e domenica 12 maggio in oltre 120 musei e sedi culturali in tutta Italia) e Avventure tra le pagine in collaborazione con gli autori per bambini (appuntamento annuale nel mese di novembre). Oggi, grazie alla lungimiranza e alla tenacia di Marianna Vianello, ma anche al suo 'vivere in prima persona' l’esigenza di arricchire il tempo libero dei propri figli trovando le soluzioni migliori, Kid Pass è diventato un vero e proprio 'mondo', punto di riferimento per milioni di famiglie italiane. Il gruppo di collaboratori coinvolti è cresciuto e si è specializzato, condividendo la mission e i valori dell’azienda, che punta a una crescita sempre più significativa per i prossimi anni. Per festeggiare i primi 10 anni, Kid Pass promuove un tour di eventi che durante il 2024 coinvolgerà i luoghi di cultura più iconici e family friendly d‘Italia: si inizia da Città della Scienza di Napoli il 21 aprile, per proseguire a The Home of The Human Safety Net di Venezia l'11 maggio, al Muse Museo delle Scienze di Trento il 2 giugno, all’Exlpora – Museo dei bambini di Roma il 28 settembre e al Museo del Duomo di Milano il 17 novembre. Nel corso di questi eventi speciali, Kid Pass festeggerà il decimo compleanno con giornate di intrattenimento culturale particolarmente ricche di esperienze coinvolgenti per crescere insieme, grandi e piccoli. Non solo, nel corso dell’anno Kid Pass assegnerà 10 speciali riconoscimenti alle realtà che hanno collaborato con impegno, continuità ed efficacia alle iniziative per famiglie: Muse Museo delle Scienze di Trento, Città della Scienza di Napoli, Explora di Roma, Palazzo Reale di Genova, Acquario di Genova, Museo del Duomo di Milano, Museo Archeologico Nazionale di Firenze, Reggia di Caserta, Ocean Space e Fondazione Musei Civici di Venezia. Il tour è promosso con la Media Partnership di Rai Kids e Rai Radio Kids.  Quanto ai progetti per il futuro, alle strutture museali italiane Kid Pass nel 2024 propone due webinar nei mesi di marzo e giugno, per conoscere e mettere in pratica le strategie di inclusione dei bambini sordi: i temi trattati sono quelli dell’accessibilità museale e del Design for all, con un focus sulla comunicazione, l’educazione al patrimonio e l’uso della lingua dei segni. Alla prima sessione formativa gratuita si sono iscritti 70 musei. "Anno dopo anno ci siamo resi conto di quanto le nostre iniziative siano in grado di creare un impatto concreto sulla crescita, in termini sia qualitativi sia quantitativi, delle proposte dedicate alle famiglie con bambini organizzate da un numero sempre più significativo di musei, per questo vogliamo proporci come ‘acceleratore di inclusione’ per i musei italiani anche per quanto riguarda i bambini con disabilità”, conclude Marianna Vianello.  —lavoro/start-upwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 13 Aprile 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio