Primo Piano

Strade provinciali: quasi 8 milioni per la viabilità, ma da un anno tutto fermo

“La condizione disastrosa in cui versano moltissime arterie stradali di competenza provinciale impone che la Regione Puglia proceda, con la massima urgenza, all’assegnazione delle risorse disponibili alle Province pugliesi e alla Città Metropolitana di Bari affinché vengano realizzati nel più breve tempo possibile interventi di manutenzione non più procrastinabili”, attacca Enzo Colonna, consigliere pugliese di <<Noi a Sinistra per la Puglia>>, deciso a sbloccare i fondi per la manutenzione della rete stradale di province e città metropolitana di Bari. Com’è noto, infatti, con delibera n. 815 del 29 maggio 2017 la Giunta regionale ha stanziato complessivamente, per il miglioramento delle condizioni in cui versano le strade di proprietà delle Province pugliesi e della Città Metropolitana di Bari, ben 17 milioni e 800 mila euro rivenienti da una ricognizione effettuata dal Dipartimento regionale ‘Mobilita, Qualità urbana, Opere pubbliche e Paesaggio’ su progetti già finanziati nel 2010 nell’ambito della programmazione statale denominata ‘Strada Facendo’, ma in parte non eseguiti o mai avviati. Il governo regionale, dunque, ha opportunamente recuperato una ingente quantità di risorse (come detto pari a quasi 18 milioni di euro) inutilmente vincolate per destinarle alla realizzazione di progetti di manutenzione ordinaria delle arterie stradali che presentino le caratteristiche della urgenza e della immediata cantierabilità. Pertanto, con la Delibera 815/2017 le Province pugliesi e la Città Metropolitana del capoluogo sono state invitate a presentare, entro il termine di quattro mesi, i progetti da finanziare in modo da poter assegnare le risorse e consentire un rapido affidamento dei lavori. Tuttavia, pur essendo trascorsi diversi mesi, anzi quasi un anno dall’adozione del provvedimento giuntale, non si è ancora provveduto ad adottare un atto ricognitivo e deliberativo dei progetti trasmessi da Province e Città metropolitana. In modo da assegnare loro le risorse per gli interventi individuati. Per Colonna, dunque, è quanto mai ‘urgente’, definire questa procedura con la massima celerità al fine di consentire la realizzazione in tempi brevi di lavori di manutenzione non più rinviabili, ormai divenuti indispensabili per garantire la sicurezza della viabilità. Per quanto riguarda la Città metropolitana di Bari, le risorse complessivamente disponibili ammontano a 7 milioni e 500 mila euro e potranno essere utilizzate per realizzare diversi interventi su strade provinciali del barese (ad esempio, quelli finalizzati ad aumentare le condizioni di sicurezza lungo la Altamura-Corato S.P. 238 o la Altamura-Laterza S.P. 41, un’arteria che collega la Murgia barese con il ‘tarantino’, ma sono anche tanti altri gli interventi da sbloccare in via Spalato, prima che i ritardi diventino irrecuperabili. Si tratta di interventi indispensabili per la cura e la sicurezza della viabilità locale, ma che spesso non vengono eseguiti anche per via della carenza di risorse economiche delle province, soprattutto in seguito al loro riordino e ridimensionamento amministrativo operato dalla ‘Legge Del Rio’ (n. 56/2014). Grazie al provvedimento regionale, perciò, la Città Metropolitana di Bari e le province, già la primavera dell’anno scorso, potevano candidare al finanziamento progetti “a livello definitivo” che rispettassero alcuni requisiti: relativi alla rete stradale esistente di proprietà della provincia; interventi di manutenzione ordinaria o eccezionalmente di manutenzione straordinaria urgente che non prevedano modifiche della sede stradale e finalizzati al ripristino e alla conservazione dei livelli qualitativi delle opere esistenti, senza prevedere aggiunte di nuovi impianti o servizi. A Città Metropolitana e province, vale la pena ricordarlo, era assegnato un termine di quattro mesi per presentare le proposte, potendo ottenere finanziamenti per un importo massimo pari a quello ad essi revocato e relativi ai precedenti interventi non avviati. In mancanza di progetti idonei, le eventuali eccedenze saranno redistribuite a beneficio di progetti di altre province. In particolare, per quanto riguarda la Città Metropolitana di Bari, sono disponibili risorse per complessivi 7.587.993,92 euro. Il manto di molte strade provinciali baresi presenta da lungo tempo buche, avvallamenti e sconnessioni, a cui si è provveduto a volte solo con alcuni rappezzi. Una situazione che determina condizioni di insicurezza nella circolazione degli autoveicoli e che si è aggravata a seguito delle intense nevicate degli ultimi anni.

 

Antonio De Luigi


Pubblicato il 5 Aprile 2018

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio