Ciofani verso l’addio, Tommaso D’Orazio ceduto all’Ascoli
1 Luglio 2021
Saicaf leader in Puglia e tra le prime dieci aziende italiane produttrici di caffè
1 Luglio 2021

Stretta sull’uso dei monopattini: velocità ancora più ridotta in centro

“”Ieri li ho visti in tre, di ragazzini sullo stesso monopattino, che scorrazzavano su via Capruzzi””, racconta il primo automobilista barese costretto ogni giorno a guardarsi da altri e ancora più spericolati mini/centauri della strada. “In via Re David un giovane impennava col monopattino come fanno coi motorini, cose da pazzi”, si sfoga il secondo. “Tutti i giorni c’è una mamma di colore con la sua bambina piccola, che forse prende dall’asilo, davanti a lei sullo stesso monopattino”” il terzo, ma sarebbero tanti tantissimi, dei ‘quadretti’ dipinti dai baresi impressionati dall’uso smodato dell’ultimo ritrovato ‘antitraffico’, nella nostra città. Un piccolo razzo, dunque, il mono/pattino elettrico che sfreccia nel traffico barese sul quale, però, occorrerebbe maggiore attenzione e, soprattutto, maggiore controllo da parte degli agenti del traffico. Intanto ieri mattina l’amministrazione comunale ha tenuto un incontro coi gestori del servizio di “”monopattino sharing”” per chiedere loro, appunto, una maggiore attenzione ad azioni che promuovano un <<uso consapevole>> dei monopattini su strada. A oggi, infatti, vista la presenza di numerosi esercizi commerciali che in questo periodo svolgono attività prevalentemente all’aperto e di una maggiore concentrazione di persone, risulta necessario avviare azioni che limitino l’utilizzo irregolare e irresponsabile dei mezzi, in particolare in alcune ore della giornata. All’incontro hanno partecipato i responsabili delle quattro aziende appaltatrici che si sono subito mostrati favorevoli alla richiesta del Comune, proponendo una riduzione automatica della velocità dei mezzi a 15km/h, in via sperimentale, dalle ore 19 alle ore 2 nella zona Umbertina, fatta eccezione per il lungomare di Crollalanza e corso Cavour. Gli stessi limiti di velocità saranno attivati sul lungomare di San Girolamo. E nella città vecchia e nelle aree pedonali (via Sparano), invece, i monopattini già oggi non sono operativi. “Come tutte le novità, anche questo nuovo strumento di mobilità, sempre più diffuso per la facilità di utilizzo e versatilità, ha bisogno di regolamentazioni, tipo questa che abbiamo valutato di sperimentare nel quartiere Umbertino – ha spiegato l’assessore Galasso – ora il nostro obiettivo è far sì che i dispositivi di micromobilità elettrica diventino una pratica stabile su Bari e per far questo c’è bisogno che l’utilizzo sia consapevole e sicuro, scoraggiando usi impropri e condotte di guida che, specie in aree a forte densità di pedoni, potrebbero rivelarsi pericolose”. “Vogliamo che il servizio di monopattino sharing, che l’amministrazione ha fortemente voluto, continui ad essere un’opportunità per tanti e non un disservizio o un pericolo – ha fatto eco l’assessore Palone – soprattutto con la ripresa delle attività economiche e l’utilizzo degli spazi aperti, non vogliamo creare disagi o situazioni di pericolo per residenti e operatori. Coi gestori del servizio abbiamo condiviso la preoccupazione sull’utilizzo improprio che alcuni fanno di questi mezzi e la scelta di avviare una sperimentazione, prevedendo una decelerazione dei monopattini nelle ore e nelle zone dove c’è una maggiore concentrazione di cittadini”. La sperimentazione con i limiti di velocità e, si spera, i maggiori controlli della polizia locale, avranno inizio a partire dalla prossima settimana. In effetti all’inizio dell’anno il consigliere comunale Filippo Melchiorre ha inviato al comandante della Polizia locale una nota con la quale chiedeva, anche alla luce dei numerosi incidenti accaduti di provvedere a controlli più serrati nei confronti di chi utilizza i monopattini. Per esempio, lo sanno tutti per davvero che non si possono guidare i monopattini, se non si è compiuto il quattordicesimo anno di età, mentre per tutti i minorenni è obbligatorio l’utilizzo del casco? Il guaio è che a Bari, almeno finora, l’invito a inasprire i controlli sull’uso incivile dei monopattini pare, purtroppo, non essere stato colto appieno.

Antonio De Luigi

 327 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *