Sport

Suggestiva ipotesi del ritorno di Cheddira

Bidaoui il nome più gettonato, mentre in uscita Aramu e Frabotta dovrebbero essere i primi a partire

Il calciomercato è ufficialmente partito dalla giornata di ieri, 2 gennaio e già c’è fermento in casa Bari per apprendere quali saranno le prime operazioni, se in entrata o in uscita e chi saranno i nuovi volti. Al termine del primo giro di boa, il Bari ha concluso a 23 punti,ben sette in meno rispetto alla passata stagione e con due pari di fila, seppure le recenti prestazioni sono state incoraggianti non basta per ambire ad una posizione nella griglia dei playoff perché tutte le avversarie stanno correndo, a partire da quelle che sono dietro ed in primis, Reggiana a pari merito in classifica, Pisa, distaccato solo di un punto, di due il Cosenza e di tre il Sudtirol che è quintultimo con il Lecco del direttore sportivo barese, Fracchiolla. Invece, davanti alla squadra di Pasquale Marino ci sono la Samp, seppure a pari merito ma con una migliore differenza reti. Il Brescia a 25 punti ed il Modena in ottava posizione a quota ventotto punti che alla ripresa avrà lo scontro diretto proprio con le Rondinelle lombarde. Una classifica, quella biancorossa che indotto la proprietà a riflessioni e cambiare anche drasticamente, prima di tutto rotta, ma facendo restare il tecnico Pasquale Marino già subentrato a mister Mignani, e poi ad investire sul calciomercato. La suggestione ma neanche più di tanto potrebbe essere quella del ritorno dell’attaccante Walid Cheddira, deludente in avvio di stagione con il Frosinone che potrebbe essere rispedito al Napoli che lo girerebbe immediatamente in prestito altrove per non disperdere l’acquisto compiuto quest’estate, di cui le cifre sono ancora “top secret” dalla S.S. Napoli. Per Cheddira dopo i ventotto gol, compresi quelli realizzati ai playoff ed in cinque in Coppa Italia, si tratterebbe un salto indietro, ma il calcio si sa è fatto anche di questo, d’altronde aveva declinato proposte provenienti dal Palermo e Parma per un campionato ambizioso come stanno facendo i siciliani e soprattutto i ducali capolista, per andare a giocarsi le sue chance in “A” . Il destino, spesso fatale, ma sportivamente s’intende ha voluto che il C.T. Retegui del Marocco non lo convocasse per la Coppa d’Africa che era un altro obiettivo del giocatore, uno dei principali per cui avesse scelto di non lasciarsi sfuggire la massima serie, ed invece, ne avrà già preso atto che forse sarebbe stato meglio continuare a volare basso e mettere in cascina un altro anno di praticantato. Infatti non è assolutamente scontato che il giocatore torni in biancorosso, ma che potrebbe essere ceduto anche altrove in serie cadetta per cercare di rilanciarsi e nuovi stimoli. Tuttavia, mister Di Francesco prima di privarsene vuole un adeguato rinforzo, diversamente il giocatore italo-marocchino non è escluso che possa rimanere fino a fine stagione in Ciociaria, anche come una delle prime riserve.  D’altronde, ci sono due giocatori nel mirino del Bari, il primo ma anche quello più gettonato secondo i “rumors” di mercato è quello dell’attaccante, Soufiane Bidaoui, forte fisicamente ma molto fragile fisicamente e l’altro è quello del centrocampista croato Karlo Lulic, che era vicinissimo a passare al Sudtirol, ma la trattativa si è interrotta. Su quest’ultimo, di ruolo play ed all’occorrenza anche trequartista, ci sono però anche altri club di serie B. Il Bari. però dal canto suo, deve lavorare contemporaneamente anche in uscita, e la priorità è privarsi dei prestiti di Aramu, ricercato in B dallo Spezia ma non solo e da Frabotta, sul quale c’è con insistenza la Samp di Pirlo. Tra gli altri che saluteranno il capoluogo pugliese ci sono Morachioli, richiesto sia in Lega Pro ma anche dall’Andorra, Faggi ed Astrologo con diverse richieste sempre in C, ed anche Acampora potrebbe rientrare al Benevento per poi rimanere sempre in serie B che è il desiderio del giocatore, anche se non è riuscito a dare alcun tipo di contributo alla causa biancorossa. Insomma, un gran lavoro attende il diesse Polito che dopo aver staccato per gli ultimi giorni dell’anno trascorso e l’inizio del nuovo, è prontissimo ad accendere il mercato con operazioni mirate. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 

 


Pubblicato il 3 Gennaio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio