Sede unica della giustizia a Bari, una ‘storia’ molto lunga
18 Settembre 2018
“Anno europeo del patrimonio culturale: l’Arte di condividere”
18 Settembre 2018

Terminata la prima fase della ricerca dei gosth finder nel castello normanno svevo

Il castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari è stato dettagliatamente setacciato da una squadra di operatori del paranormale. Si sono svolte nelle ore notturne di venerdì e sabato scorsi le operazioni di gosth hunting  che hanno interessato tutti gli ambienti del pregevole maniero. La squadra di tre ghost finder – Francis, Steve e Veronica – accompagnati dalla sensitiva Paola unitamente ad esponenti della Pro Loco locale, dal Sindaco della cittadina Arch. Beppe Gernone e dall’Assessore al Patrimonio Avv. Gianfranco Terzo, altalenanti tra scetticismo e curiosità, hanno avuto a disposizione le sofisticate strumentazioni volte a misurare tutte le modificazioni – anche infinitesimali – dei campi elettromagnetici, della temperatura e di ogni variazione fisica. L’impulso veniva dato dalle indicazioni dello storico presente  ovvero dalle percezioni sensoriali della sensitiva che, comunque, ha rilevato come il maniero sia ricco di energie positive e sia stato un grande centro economico e politico per secoli. Tombe ipogee, cappella, scuderie, biblioteca, museo, torre astronomica e i vari spazi all’aperto sono stati setacciati al buio – a parte la luce delle torce di cui era munito ognuno dei partecipanti – e, in un silenzio totale, al fine di cogliere  ogni impercettibile segnale paranormale. Tutte le operazioni sono state videoriprese ma si necessiterà di circa un mese per conoscere le verità paranormali del castello  di Sannicandro.

 

Piero Ferrarese

1,199 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *