Cultura e Spettacoli

“Tienimi la mano per sempre”

Il nuovo lavoro del maestro Giuseppe Massarelli

“C’è un gran bisogno di cose semplici ma vere, come tenersi per mano”, scriveva James Frey. È di queste connessioni intime e speciali e dei legami che ognuno di noi può instaurare con le persone più care, che ci racconta “Tienimi la mano per sempre”, il nuovo CD del maestro Giuseppe Massarelli, compositore di musica da film di fama internazionale e docente di musica. Questo suo ultimo lavoro è l’espressione di un’armonica ed elegante trasposizione in note di una ricerca sull’intima relazione che l’essere umano intraprende con le immagini più suggestive della memoria e, in generale, con le dinamiche esistenziali del vivere. Un’opera varia ed articolata, dalle armocromie delicate, ma anche dalle tonalità introspettive accese e talvolta frenetiche, che riesce a cogliere e a trasmettere le vibrazioni del cuore nelle sfaccettature più belle. “Ho lavorato circa due anni su quest’ultima raccolta di mie composizioni, che si articola in nove brani e che considera il pianoforte come strumento unico. Ogni pezzo rappresenta una dedica particolare. Il brano Sessantatrè, per esempio, me lo sono autodedicato in onore del mio anno di nascita, giusto per il piacere di suonare la musica che amo, oppure Armida, che è il nome della mia adorata nonna, una donna tenace che ha cresciuto durante la seconda guerra mondiale quattro figli maschi, tra mille difficoltà. Ho voluto ricordarla attraverso le note di una specie di ninna nanna, una composizione semplice, come il suo carattere riservato. Le note sussurrate rievocano il suo tono di voce, dolce e rassicurante. Sono presenti anche pezzi più dinamici e concitati, come quello che ho dedicato a Gino Strada e al grande esempio di amore e rispetto verso il prossimo e i più deboli che ha lasciato al mondo con la sua opera. Il brano Carmoliupe, invece, è dedicato al compositore Sakamoto, che ho sempre apprezzato e stimato, un brano in cui la musica cerca di esprimere e conferire senso ad istanze complesse e a quel contrasto di emozioni che fluttuano come immagini nel riverbero dell’animo umano.” Spiega Massarelli, che ha sempre avuto una forte propensione per le immagini, fin dal CD Quinto Piano, composto durante il periodo del covid, affiancando spesso ai suoi concerti proiezioni di immagini di musica da film, o anche di realizzazioni video del fotografo pugliese Nicola Amato, che ha anche prestato una sua opera fotografica per la copertina di quest’ultima uscita discografica. Tienimi la mano per sempre (ed. Angapp Music) è presente su tutte le piattaforme digitali, e può essere ascoltato attraverso il seguente link: https://ngp.lnk.t/tienimanorelli

 

Rossella Cea


Pubblicato il 30 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio