Giada Pezzaioli ha eletto la Puglia a sua terra di vita e lavoro
23 Giugno 2021
“Basta coi luoghi comuni su giovani e reddito di cittadinanza”
23 Giugno 2021

Tornano fiere e mercati, ma senza spese per il suolo pubblico

Sembra quasi di tornare a nascere, dopo il buio delle chiusure e dei ‘lockdown’ totali e parziali, con il ritorno della gente che si aggira in mercati e fiere in mezzo alle bancarelle di chi ha ripreso, finalmente, a vivere…e a lavorare. La stessa positività traspira da qualche giorno nell’ultima nota tecnica giunta all’Ufficio amministrativo di CasAmbulanti, a  firma del responsabile Savino Montaruli. Il quale subito precisa: “relativamente alla ripartenza anche in Puglia di Feste Tradizionali, Fiere e Feste Patronali si comunica che trova piena applicazione la vigente disposizione in applicazione di quanto previsto e disposto dalle vigenti norme nazionali in materia di esenzione del canone unico patrimoniale per occupazione di suolo pubblico (ex Tosap/Tari). Tutto questo è in linea con le condizioni agevolate adottate dai provvedimenti normativi nazionali (art. 30 D.L. n. 41/2021 così detto “Sostegni”, convertito in L. n. 69/2021) che hanno stabilito detta esenzione sino al 31/12/2021”. Insomma, finalmente sono stati risolti quei casi in cui, distrattamente, erano state inviate a mezzo posta certificata (pec) le richieste di pagamento agli ambulanti assegnatari di posteggio nelle varie manifestazioni, come nel caso del comune di Conversano dove, grazie al tempestivo intervento dell’associazione di categoria di Montaruli, è stato chiarito che gli ambulanti nulla devono pagare a titolo di occupazione di suolo pubblico per le suddette manifestazioni come la Fiera di San Pietro – edizione 2021. In particolare a Conversano è stata presa in carico positivamente la richiesta di esenzione dal pagamento, appunto, dell’occupazione di suolo pubblico. Infatti, in occasione dello svolgimento della Fiera di San Pietro di quest’anno, era stata richiesta agli uffici comunali competenti corretta applicazione di quanto previsto e disposto dalle vigenti norme in materia di esenzione del canone unico patrimoniale per  l’occupazione di suolo pubblico (ex Tosap/Tari), in linea con le condizioni adottate -come detto – nei provvedimenti normativi nazionali (art. 30 D.L. n. 41/2021 così detto “Sostegni”, convertito in L. n. 69/2021) che hanno stabilito detta esenzione sino al prossimo 31 dicembre. <<Disapplicare questa disposizione di legge non solo sarebbe illegittimo ma comporterebbe, altresì, un’evidente appropriazione indebita per l’Ente Pubblico>>, incalza il presidente di CasAmbulanti, dando seguito alle varie richieste avanzate anche in altri comuni del barese, nell’ottica di quella collaborazione che ha sempre contraddistinto i rapporti istituzionali tra commercianti e loro rappresenatnti di categoria con i vari enti pubblici e locali.

Antonio De Luigi

 888 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *