Il covid fa slittare all’anno prossimo l’85esima edizione della Campionaria
28 Luglio 2021
“I De Laurentiis dovranno scegliere tra Bari e Napoli”
28 Luglio 2021

Tornato il diesse Polito, Belli esalta il gruppo e tecnico

Il Bari ha il dovere di correre più degli altri e per farlo sta completando e rimpolpando il pacchetto arretrato che nella scorsa stagione ha dato qualche problema di troppo a causa dell’incostanza dei terzini e di idee troppo fisse che non hanno portato ai risultati sperati. Il Bari targato mister Mignani vuole cambiare registro anche se non sta effettuando il ritiro come avrebbe voluto perché undici tesserati sono out per Covid, di cui ben dieci si sono sviluppato durante la preparazione sulle montagne del Trentino. Inutile però piangersi addosso e fare drammi, bisogna reagire e dalle difficoltà ricompattarsi e da ieri al ritiro di Storo è tornato il diesse Ciro Polito colui che detta l’ordine, se mister Mignani detta i tempi, il direttore sportivo non fa volare una mosca, parla con i ragazzi e soprattutto li ha guardati negli occhi ed il risultato che anche giocatori che erano nella lista degli esuberi, sdrddo si stanno giocando le proprie carte, due di questi sono Manuel Scavone giocatore utilissimo per la categoria e l’altro è Alessio Sabbione, su questo nutriamo qualche dubbio che possa dare un contributo efficiente, ma al tecnico biancorosso che non è uno sprovveduto l’ultima parola insieme al placet della società e probabilmente forse alla mancanza di offerte, nonostante qualche timido sondaggio sul giocatore c’era stato. In uscita, si parla sempre più costantemente di De Risio vicino al Pescara ma la trattativa è lunga, e da capire se il giocatore in questione è uno di quelli risultati tra i contagiati, di certo una sua positività sebbene siano tutti asintomatici e stanno bene, non agevolerebbe il buon esito della trattativa.

FRANCESCO BELLI, ‘CON IL MISTER E COMPAGNI SUBITO FEELING’ – A parlare ieri ai microfoni della società Francesco Belli, giocatore cresciuto con la maglia della Virtus Entella ed arrivato grazie allo scambio con Berra come contropartita al Pisa (In quanto Belli era di proprietà dei toscani). Le dichiarazioni di Belli sul sito ufficiale: “Sono contento per la scelta fatta, il primo approccio è stato molto positivo. L’importanza della piazza è stata decisiva nella scelta, come anche il poter competere per un traguardo ambizioso, in una rosa di livello. Una scelta voluta fortemente oltre che un voler mettersi alla prova. Il mio precedente in Lega Pro è sicuramente benaugurante e speriamo di poter rivivere quel finale”. Su come si sta trovando con il gruppo e mister, parole di elogio: “Sono entrato a far parte di un gruppo di bravi ragazzi; stiamo lavorando bene, per quel che ci è possibile. Cerchiamo di affrontare la situazione nel miglior modo possibile, con allenamenti divertenti e stimolanti; si cerca di allenare più la tecnica, le conclusioni, i cross. Poi si sta creando una bella e sentita competizione tra gruppo blù e gruppo verde; per un calciatore è un elemento fondamentale, il proiettarsi alla vittoria”. Su cosa rappresentasse Bari, a titolo personale il difensore ha risposto: “Bari rappresenta un ulteriore step in avanti; sono arrivato in una piazza stimolante, importante per tifoseria, stadio, passione. Mi è sempre piaciuto il mettermi alla prova e ce la metterò tutta. A 27 anni credo sia il momento giusto per confrontarsi con degli obiettivi di spessore”. Sull’obiettivo individuale e sulle sue caratteristiche ha detto: “Nasco come terzino a destra, ma posso giocare anche a sinistra, da mezz’ala o da quinto di centrocampo; di certo quello del terzino in una difesa a quattro è il ruolo che sento più mio. Credo di essere molto applicato in fase difensiva, ma so propormi a sostegno della manovra offensiva. Poi si lavora ogni giorno alla ricerca del miglioramento e di certo in fase conclusiva o al cross posso ancora crescere molto; sono doti che possono risultare decisive nell’economia di squadra”. Infine, sull’allenatore Mignani ha concluso: “Il Mister mi è da subito apparso persona equilibrata che, anche in un momento tanto delicato, non smette di caricarci e invogliarci. Ha idee giuste, stimolanti che sta a noi mettere in pratica, dando tutto in allenamento come in partita. Il lavoro paga sempre”. Nel frattempo, ieri la squadra in mattinata ha osservato una giornata di riposo dopo i relativi tamponi ed un paio di giocatori son rimasti volontariamente ad allenarsi con passaggi e scambi rapidi, ed il resto della squadra è tornata ad allenarsi nel pomeriggio con sfide a livello tattico, nel rispetto del distanziamento sociale e situazione in fieri e si spera in miglioramento del resto di tutto il gruppo.

 

Marco Iusco

 

 319 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *