Non si trovano i libri contabili della Cassa Prestanza: un altro esposto in Procura
14 Marzo 2019
De Laurentiis presenta le nuove maglie, griffate Kappa
15 Marzo 2019

Torrente Borraco, il miracolo della risorgiva

Talvolta l’acqua delle falde freatiche torna in superficie spontaneamente dando vita al fenomeno delle risorgive (se però l’affioramento è di origine antropica, si parla di ‘fontanile’). Dalle risorgive prendono vita piccoli corsi d’acqua. Il fenomeno, abbastanza frequente in Italia, non è insolito in Puglia. Da noi la risorgiva più importante è quella da cui trae origine il torrente Borraco. Lungo appena ottocento metri, il Borraco raccoglie le acque di due distinte risorgive : la sorgente di levante che si trova a una distanza di 0,8 km dal mare, e quella di ponente distante 0,6 km dal mare. Le sorgenti danno il nome alla contrada in cui si trovano : Bocche di Borraco. I rigagnoli che sorgono da queste sorgenti confluiscono poi in un unico fiume a circa 300 metri di distanza dal mare. La particolarità della doppia sorgente fa sì che il torrente assuma la forma di una Y. Il Borraco sfocia nello Ionio a meno di due chilometri da San Pietro in Bevagna. con una foce molto variabile, estuaria o deltizia, a seconda di come le mareggiate modellano l’assetto della spiaggia. Questa foce, in estate, è meta di moltissimi bagnanti a ragione della straordinaria pulizia dell’acqua (duole segnalare, tuttavia, che nell’estate di due anni fa le acque del Borraco dovettero subire l’oltraggio dell’inquinamento : Per alcune settimane, nel tardo pomeriggio, il torrente si faceva improvvisamente torbido. Il fenomeno durava qualche minuto, poi la situazione tornava alla normalità. I responsabili non furono mai individuati). Salvo periodi di pioggia intensa in cui può ingrossarsi fino a esondare nelle campagne circostanti, la portata del Borraco è modesta, benché costante, anche nei periodi di siccità. La sua acqua rappresenta la fortuna dell’agricoltura nel raggio di chilometri, anche per il fatto di fuoriuscire a temperature che si mantengono fra i 9 e i 10° d’inverno e i 12 e i 15° in estate. A un cinquecento metri dalla foce del Borraco si erge l’omonimo fortilizio. Torre Borraco, una torre di guardia eretta ai tempi delle scorrerie turche, si presenta a forma tronco piramidale e con base quadrata. Racchiude un unico ambiente con volta a botte. Ben progettata, poteva resistere anche a prolungati assalti, disponendo di tre caditoie per lato, ciascuna delle quali disponeva di tre barbacani (dalle caditoie gli assediati potevano far piombare sugli assedianti liquidi infiammabili o bollenti oppure materiali solidi come pietre ; i barbacani erano opere antemurali che proteggevano le caditoie facilitando il compito dei difensori). Fino a pochi anni fa la costruzione si presentava prossima al collasso : era crollato il tetto e al centro della struttura aveva preso vita un fico. Un accurato restauro ha restituito la torre all’originaria bellezza.

 

Italo Interesse

 

411 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *